Lionel Scaloni resta il commissario tecnico dell’Argentina. L’ex difensore che era stato scelto come tecnico ad interim si è guadagnato sul campo il contratto fino al 2022. L’ufficialità arriverà la prossima settimana, ma il ‘Flaco’ Menotti, totem del calcio sudamericano che lavora per la federazione argentina, ha dato la notizia: “Il contratto di Scaloni? Rinnova. Questo è ciò che meritava e c’era un accordo”.

Scaloni da traghettatore a c.t. dell’Argentina

Dopo il deludente Mondiale la Seleccion ha faticato a trovare un nuovo commissario tecnico, solo sul finire di agosto è stato nominato Lionel Scaloni, ex giocatore che lavorava per la federazione. Scelto per le amichevoli di settembre è stato confermato fino alla Copa America. L’Argentina ha chiuso sul podio e quel terzo posto è bastato a Scaloni per mantenere il posto.

Lionel Scaloni firmerà fino al 2022

L’Argentina cerca la continuità. Negli ultimi cinque anni si sono alternati sulla panchina della Seleccion Sabella, Martino, Bauza, Sampaoli e Scaloni, che guiderà la squadra nella prossima Copa America e soprattutto sarà il c.t. dell’Argentina che nel prossimo mese di marzo inizierà le Qualificazioni ai Mondiali del 2022, quelli del Qatar, l’ultima grande chance per Messi di vincere il trofeo più importante.

Chi è Lionel Scaloni

Detto il ‘Toro’ Scaloni è stato un difensore rude che vedeva bene la porta, ha giocato naturalmente in patria, ma anche in Premier e in Serie A (Lazio e Atalanta). La sua carriera l’ha legata soprattutto al Deportivo, è stato un protagonista dal 1997 al 2006, anni gloriosi, un campionato vinto e una semifinale di Champions. Quando ha lasciato il calcio è diventato prima l’assistente di Scaloni e poi ha iniziato a collaborare con Sampaoli, che ha sostituito sulla panchina dell’Albiceleste. Da c.t. ha un bilancio di 9 vittorie, 2 pareggi e 4 sconfitte.