Una terribile storia collegata al mondo del calcio arriva dall'ArgentinaAlexis Salinas, difensore ventiduenne di proprietà dell'Argentinos Juniors ma attualmente in prestito all'Arsenal de Sarandì, la sera di lunedì 4 novembre è rimasto vittima di un agguato mentre era con un gruppo di amici in località Ciudad Evita, a Buenos Aires. Il calciatore è stato colpito  al volto da alcuni spari di fucile provenienti da un'auto in corsa e a causa delle ferite riportate ha perso l'uso dell'occhio sinistro. Anche l'occhio destro versa in gravi condizione ma i medici non hanno ancora stabilito se potrà recuperare almeno parzialmente la vista. Secondo gli All'origine dell'agguato sembra esserci un fatale scambio di persona.

Salinas: Ho paura di non poter rivedere mio figlio

Lo stesso Alexis ha raccontato come si sono svolti i fatti e nelle parole riportate da abcDiario.com ci sono tutte le sue paure:

Tutto ciò ricordo è che ero seduto con i miei amici ed è successo tutto in un secondo. Ero dall'altra parte con due amici e ci siamo avvicinati per trovare un altro amico in comune. Ci siamo seduti un minuto in quell'aiuola e sono stato colpito. L’unica cosa che mi è venuta in mente di fare è stata quella di strisciare sul pavimento. Io non so perché in queste ore le forze dell’ordine abbiano parlato di regolamento di conti, io credo che si sia trattato di uno scambio di persona. Siamo tutti ragazzi che lavorano. Vedo solo rosso, ma i medici mi hanno detto che è una cosa che può succedere. Dovremo aspettare che l’occhio si sgonfi, temo di non poter più vedere mio figlio di quattro anni.

Le cure a spese di "Obra Social de Futbolistas"

La solidarietà al giocatore e alla sua famiglia sono arrivate da più parti e, ovviamente, anche dal club proprietari del suo cartellino, che non ha esitato a mettere a disposizione del giocatore il suo staff medico e le spese per le cure necessarie saranno sostenute interamente dal fondo "Obra Social de Futbolistas".