Christian Eriksen è più vicino all'Inter? Dall'Inghilterra arriva l'ennesimo segnale che la trattativa di calciomercato è entrata nel vivo, che il centrocampista danese del Tottenham può lasciare a breve Londra e la Premier League, che la maglia nerazzurra è già pronta per essere indossata, che Conte lo attende per incastonarlo nel proprio scacchiere tattico. Detto del rilancio del club sull'offerta (passata da 10 a 13 milioni più 2 di bonus) e dell'accordo già raggiunto con il suo agente, la novità ulteriore consiste nella mancata presenza del calciatore nella formazione titolare in previsione della sfida di campionato con il Watford. Nel tweet pubblicato dall'account ufficiale degli Spurs, infatti, il nome del giocatore compariva ma solo in panchina per Eriksen. Facile facile immaginare le ragioni di questa scelta: è stato escluso quasi sicuramente a causa della transazione in atto tra le due società.

Smentito Mourinho, Eriksen non è tra i titolari

Una scelta, quest'ultima, che smentisce le parole di José Mourinho. Lo Special One era andato contro-corrente parlando del futuro immediato di Eriksen e smorzando l'entusiasmo dei tifosi che attendono il campione a San Siro. In conferenza stampa il manager portoghese aveva garantito che avrebbe schierato il giocatore fin dal primo minuto. "Molti diranno che sta giocando la sua ultima gara con questa maglia. Succede già da alcune settimane, eppure Christian è ancora qui". Tutto, invece, sembra andare nella direzione opposta.

A che punto è la trattativa tra Tottenham e Inter

Martedì prossimo potrebbe essere la giornata cruciale per sbrogliare la matassa e dare il via libera alla cessione. Perché proprio il 21 gennaio? In quella data ci sarà l'incontro tra l'agente del calciatore – Martin Schoots – i vertici del Tottenham: al procuratore del calciatore verrà chiesto un "piccolo" sacrificio sugli stipendi da percepire per agevolare la cessione (ha un contratto fino a giugno 2020), mentre l'Inter con un ulteriore rilancio (fino a 15/17 milioni massimo) potrà aggiungere un altro tassello per chiudere positivamente il canale aperto nelle settimane scorse.