Nove rigori battuti, solo 5 realizzati. L'ultimo errore commesso dal dischetto risale a domenica scorsa e lo porta sulla coscienza Higuain. E' questa la nota stonata della Juventus corazzata di Allegri che ha nella Joya il primo incaricato a presentarsi dagli undici metri con il Pipita in alternativa. A parte Pjanic (1 tiro, 1 gol) sono stati i due argentini (4 a testa) a farla da padrone come da accordi di spogliatoio. Contro l'Udinese, però, è avvenuto qualcosa di diverso che ha fatto perdere le staffe al tecnico: doveva essere l'ex Palermo a calciare (come urlato verso Buffon dopo la parata di Bizzarri) e non lasciare il passo al connazionale.

Quell'errore non ha influito sul risultato finale ma ha tracciato una linea di confine precisa: il primo rigorista è Dybala, stop. E così dovrà essere fino al termine della stagione. Bando ai sentimentalismi o a rapporti di amicizia tali da spingere la Joya a spiegare la decisione facendo appello alla curiosa alternanza ("con il Pipa scherziamo, quando segna uno, tira l'altro") il messaggio da parte del tecnico è stato molto chiaro: la partita con l'Udinese è stata solo un'eccezione, dagli undici metri dovrà presentarsi sempre l'ex Palermo. E non importa chi ha già segnato oppure chi si sente particolarmente motivato. E' lui il primo rigorista: vada sul dischetto e batta.

Primo rigorista e alternativa, chi sono in A

Dybala primo rigorista nella Juventus, quali sono gli altri delle squadre che lottano nelle primissime posizioni? Gerarchie chiare nel Napoli: prima Mertens poi Jorginho. Nella Roma Perotti ha la precedenza rispetto a De Rossi. Immobile e poi Felipe Anderson dividono al responsabilità nella Lazio. Nell'Inter il capitano Icardi è il rigorista designato, seguito da Candreva o Eder mentre nel Milan la palma di numero uno va a Kessié.

La indicazioni squadra per squadra

Atalanta Gomez (Ilicic); Benevento Coda (Cataldi); Bologna Destro (Verdi); Cagliari Barella (Farias); Chievo Pellissier-Birsa (Pucciarelli); Crotone Trotta (Budimir); Fiorentina Thereau (Veretout); Genoa Lapadula (Pandev); Inter Icardi (Eder-Candreva); Juventus Dybala (Higuain); Lazio Immobile (Felipe Anderson); Milan Kessié (R. Rodriguez); Napoli Mertens (Jorginho); Roma Perotti (De Rossi); Sampdoria Quagliarella (Ramirez-Zapata); Sassuolo Berardi (Babacar); Spal Antenucci (Floccari); Torino Belotti (Iago Falque); Udinese De Paul (Maxi Lopez); Hellas Verona Cerci (Verde).