Un brivido lungo la schiena di Zidane e del Real Madrid. Il volto sofferente di Luka Modric, l'andatura claudicante a causa del dolore alla coscia destra sono le ultime istantanee del pareggio tra Croazia e Galles, in campo domenica sera nella gara di qualificazione a Euro 2020. L'infortunio capitato al centrocampista, uscito accompagnato dai membri dello staff medico della nazionale premendo la mano sulla parte dolente, fa scattare il campanello d'allarme tra i blancos in vista del campionato e più ancora della Champions che il prossimo 22 ottobre vedrà gli spagnoli impegnati sul campo del Galatasaray in una sorta di spareggio della morte.

Modric rischia di saltare la Champions? Si attendono esami

Perché questa gara è così importante? Basta dare un'occhiata alla classifica del girone: la squadra di Zizou è ultima – sì, ultima – e rischia addirittura di restare fuori dalle Coppe mentre il male minore (ma ugualmente umiliante) sarebbe la retrocessione in Europa League. Ecco spiegata la ragione di tanto timore nell'attesa che esami diagnostici chiariscano l'entità dell'infortunio e quali sono i tempi di recupero. Rinunciare all'esperienza e alla tecnica di Modric in questa fase così delicata della stagione è un lusso che nemmeno il Real può permettersi.

Bale frenato dai crampi durante la sfida con la Croazia

Non è solo il centrocampista a destare preoccupazioni. Gareth Bale s'è mostrato sofferente per i ‘soliti' acciacchi che lo tormentano: ha accusato problemi al polpaccio, un risentimento che ne ha inficiato la prestazione nel finale rispetto al rendimento soddisfacente mostrato nel corso della gara. Nel caso dell'ala gallese, però, non s'è trattato di un vero e proprio infortunio ma di crampi. Almeno questa è la versione che trapela dall'entourage della nazionale al termine della partita. È lo stesso Ryan Giggs, ex calciatore del Manchester United oggi alla guida della selezione gallese, a chiarire che non dovrebbe trattarsi di nulla di grave.