Aaron Ramsey ancora non è riuscito a imporsi completamente con la Juventus, il posto fisso non ce l'ha, e non ha mostrato, finora, tutto il suo talento. L'esperienza però non gli manca e da giocatore di personalità il gallese indica la strada ai suoi compagni: ‘prima bisogna conquistare lo scudetto, e poi si può andare a caccia dell'agognata Champions League'.

Aaron Ramsey parla di Champions League e scudetto

L'ex giocatore dell'Arsenal ha rilasciato una lunga intervista a ‘I signori del calcio', trasmissione di Sky Sport, in cui ha parlato degli obiettivi stagionali della Juventus, che sogna una grande doppietta:

Noi vogliamo provare a vincere qualcosa: fortunatamente abbiamo dei giocatori incredibili in squadra e siamo pronti ad aiutarci a vicenda. Vogliamo vincere la Champions League  Ma innanzitutto bisogna lavorare sodo per vincere il campionato, perché è questo che poi ti dà la forza per affrontare delle competizioni così importanti.

Un onore giocare con Cristiano Ronaldo

Il centrocampista ha parlato anche di Cristiano Ronaldo. Ramsey ha esaltato il suo compagno di squadra e ha detto di essere fiero e orgoglioso di giocare nella stessa squadra di un campione come il cinque volte Pallone d'Oro:

I record parlano per lui: è incredibile, un giocatore fantastico. Giocare nella sua stessa squadra per me è un onore e un motivo d'orgoglio. Far parte della Juventus, in generale, è eccezionale.

Le differenze tra Serie A e Premier League

Un decennio in Premier League, ma da sei mesi è in Serie A Ramsey che in questa lunga intervista ha sottolineato le grandi differenze tra i due campionati. In Italia c'è maggiore tattica, si difende in modo diverso, ma c'è una minore intensità:

Dopo la situazione che c’era all’Arsenal, la Juventus si è fatta avanti facendomi una proposta. Mi hanno voluto a tutti i costi da loro, si sono sforzati molto per avermi e ora sono in Serie A. Qual è la differenza con la Premier? In Italia c'è molta più tattica rispetto alla Premier League. Molte squadre si difendono in profondità e tu devi cercare di rompere i due blocchi in modi differenti. In Premier League invece c’è più spazio, probabilmente l’intensità è leggermente maggiore perché ti devi guardare di più alle spalle. Sono rimasto impressionato dal campionato, dalla qualità e dalla tecnica.