Fatale fu la Supercoppa spagnola. La sconfitta contro l'Atletico Madrid nella seconda semifinale del Torneo iberico in Qatar in cui ci si contende la Supercoppa nazionale potrebbe costare carissimo al tecnico azulgrana Valverde che è al centro del ciclone. L'allenatore non è mai stato amato moltissimo dal pubblico catalano perché per molti manca dello spirito del vincente, che da sempre caratterizza i tecnici che si siedono in panchina. Anche se gode della fiducia della presidenza e di diversi senatori (tra cui Messi e Suarez) Valverde sarebbe finito sulla graticola.

Il tutto è venuto a galla per un incontro avvenuto in Qatar – e che doveva restare riservato – in cui Eric Abidal, direttore sportivo, e Oscar Grau, Ceo, si sono visti a Doha con Xavi Hernandez, bandiera blaugrana e attuale allenatore dell’Al Sadd, squadra del Qatar dove il centrocampista ha chiuso la carriera. Occasione, la Supercoppa di Spagna ma anche un primo contatto informale sul prossimo futuro azulgrana.

Xavi subito al posto di Valverde

Come detto, il faccia a faccia doveva restare segreto e invece è stato subito rilanciato dai media arabi, tra cui Radio Rac1 che sostiene anche l'imminente esonero di Valverde nelle prossime settimane senza attendere la fine della stagione attuale. Secondo queste indiscrezioni sarebbe stato chiesto a Xavi una sua eventuale ed immediata disponibilità a lasciare l'Arabia e a tornare – da tecnico – a Barcellona, un ambiente con cui ha condiviso straordinari momenti calcistici e dove potrebbe intraprendere una importante carriera da allenatore.

La fiducia di Messi

Intanto, Lionel Messi ha provato a far tacere le speculazioni su Ernesto Valverde con dichiarazioni che hanno confermato la fiducia dell'argentino verso il tecnico: "Noi pensiamo già al girone di ritorno della Liga. È normale che la gente parli, ma ora dobbiamo solo restare uniti anche nei confronti del nostro allenatore"