Morto. Sono queste le ultime notizie che arrivano dall'Argentina su Emanuel Balbo, il tifoso del Belgrano scaraventato giù dagli spalti durante la sfida di campionato contro il Talleres. Un volo di dieci metri dal settore occupato dalla parte più calda dei supporter, il tentativo disperato del ragazzo di restare aggrappato alla balaustra: le immagini di quel linciaggio e della furia degli ultras hanno fatto il giro del mondo grazie ai video diffusi in Rete prima da utenti privati poi dai filmati delle tv.

Il video shock dell'aggressione. Il corpo del giovane, esanime, precipitato sulle gradinate sottostanti sono scioccanti: giace a terra tra lo stupore e il terrore degli spettatori in attesa di essere soccorso e trasportato all'ospedale. L'impatto violento ha provocato lesioni gravissime, nonostante il tentativo dei medici di salvargli la vita è apparso subito evidente che per Emanuel Balbo non c'era più speranza. Lo stato di morte cerebrale ha tenuto i familiari col fiato sospeso, fino alla comunicazione ferale.

Aveva riconosciuto l'assassino del fratello. E' questa la versione fornita dal padre della vittima, Raùl Balbo, che ha raccontato ai media cosa è successo in quegli istanti che hanno scandito l'ennesima tragedia del calcio argentino legata alla violenza dei tifosi.

Mio figlio non è tifoso del Talleres né era lì in Curva per rubare qualcosa. Mio figlio è un tifoso del Belgrano – ha raccontato a ‘Mundo D', smentendo le indiscrezioni emerse subito dopo l'episodio -. Quattro anni fa venne assassinato suo fratello ed Emanuel ha uno di quelli che hanno commesso l'omicidio.

Vittima del branco. La ricostruzione – tutta da verificare da parte della polizia che sta vagliando anche le immagini per individuare i responsabili – effettuata dal genitore si completa con altri particolari

La persona riconosciuta da mio figlio non s'è difeso da solo ma ha aizzato gli altri contro Emanuel facendolo passare per un tifoso del Talleres. E' stato circondato e picchiato dagli amici di questa persona e poi l'hanno lanciato nel vuoto.

Le indagini. Come riporta l'argentino ‘La Voz', la polizia locale avrebbe già individuato quattro tifosi che sarebbero i colpevoli dell'aggressione violenta a Balbo, due di loro sarebbero stati già tratti in arresto e rischiano davvero grosso considerato quanto accaduto.