Il secondo posto, la zona Champions da blindare, il confronto con la Juve in Coppa Italia e poi il mercato. Tutto in poche settimane, un mese decisivo per gli azzurri e le loro ambizioni dopo aver detto addio con onore alla Coppa contro il Real Madrid. Il futuro è adesso e si costruisce piazzando qualche caposaldo prima che la bagarre delle trattative infuri nella prossima estate. Cosa farà Mertens? La questione rinnovo del belga, l'ala divenuta ‘falso 9' che fa gol da bomber vero, tiene banco: dall'Inghilterra alla Cina, fino a indiscrezioni che lo vorrebbero corteggiato anche dall'Inter, le voci di disturbo rispetto al dialogo col club non mancano. Non è l'unico fronte aperto, considerato che sull'agenda i capitoli da affrontare riguardano anche il centrocampo.

Il sacrificio possibile di Jorginho.

Nel cuore della mediana – laddove gli innesti di Piotr Zielinski, Marko Rog, Amadou Diawara hanno portato in dote freschezza atletica, geometrie – i partenopei proveranno a incastonare qualche altra pedina. Possibile che Jorginho venga ceduto a fine stagione: la quotazione di 20 milioni (secondo trasfermarkt) e un contratto fino al 2020 consentirebbero alla società di monetizzare e reinvestire i proventi in altre operazioni altrettanto importanti.

Vecino e Kessiè, gli obiettivi in agenda.

A cominciare da Matias Vecino, 25enne – quindi dell'età giusta in base alla linee guida – attualmente in forza alla Fiorentina, che Sarri ha già allenato ai tempi dell'Empoli. Centrale, trequartista oppure mediano: la duttilità tattica ne fa un obiettivo da tenere sotto stretta osservazione prima di piazzare l'affondo. Nel mirino del Napoli, però, c'è un ‘classe '96' tra i migliori della stagione: si tratta dell'ivoriano Franck Kessiè sul quale la Roma ha messo gli occhi da tempo (e ha estimatori anche in Premier). Mediano davanti alla difesa o addirittura centrale nel pacchetto arretrato: l'atalantino è il colpo da novanta, il Napoli sarebbe pronto ad alzare l’offerta d’ingaggio fino ai 2.5 a stagione. Riuscisse il doppio colpo, allora gli azzurri avrebbero un centrocampo assicurato almeno per i prossimi cinque, sei anni.

La scheda di Vecino (Transfermarkt)in foto: La scheda di Vecino (Transfermarkt)
La scheda di Kessiè (Transfermarkt)in foto: La scheda di Kessiè (Transfermarkt)