Il Siviglia soffre ma va in finale di Europa League, dove incontrerà il Benfica, uscito indenne dallo JStadium nell'altra semifinale chiusa addirittura in nove. Agli andalusi è bastato un guizzo nel finale per vanificare gli sforzi della squadra di Pizzi: 3-1, cambia tutto grazie a un gol di Mbia al 94′ che porta gli ospiti dall'inferno al Paradiso nel giro di pochi secondi spalancando le porte per la finalissima di Torino. Un brutto colpo per i padroni di casa, proprio quando il Mestalla già cantava sognando la trasferta in Italia. Adesso per il Valencia, staccato di sette punti dalla zona Europa a tre giornate dalla fine, si prospetta un finale di stagione durissimo, tra crisi economica, fuga di giocatori e niente coppe europee. E dire che i valenziani erano partiti col giusto piglio, dopo qualche minuto di studio: già al tredicesimo l'algerino Feghouli, pescato da Vargas, si involava sulla trequarti per poi freddare Beto di sinistro; passano dieci minuti, ed il Valencia raddoppia con Jonas, abile a colpire di testa su traversone di Barnat e fortunato a trovare la deviazione della parte bassa della traversa.

Uno-due micidiale, che in venticinque minuti cancella il 2-0 dell'andata. E' sembrato tutto facile, a quel punto: il Mestalla impazzito di gioia, il Siviglia sulle gambe, il Valencia che dilagava in ogni zona del campo. Nella ripresa, come da copione, è arrivato anche il 3-0 di Mathieu, grazie ad un tocco sotto misura. Il Siviglia a quel punto è sembrato arrendersi. Ed invece, all'ultimo istante del quarto minuto di recupero, è arrivato il lampo che ha gelato il Mestalla: rimessa laterale apparentemente innocua per gli andalusi, difesa del Valencia imbambolata e forse pensando già alla remuntada effettuata, e per Mbia è un gioco da ragazzi trovare la zampata vincente che consegna ai biancorossi la finalissima di Europa League contro il Benfica, prevista per il 14 maggio allo JStadium di Torino.

Fine partita. Il gelo su Valencia!! La remuntada sfuma al 94′ minuto, su una dormita colossale della difesa su rimessa laterale che permette a Mbia di accorciare le distanze e portare gli andalusi in finale di Europa League.

94′ – Mbia!!!! Clamoroso al Mestalla, il Siviglia accorcia le distanze, e basta questo per andare in finale di Europa League!!!

90′ – Cinque minuti di recupero.

87′- Ammonito anche Carriço per fallo su Vargas, gioco continuamente spezzettato adesso.

84′ – Fuori Jonas per Barragan nel Valencia.

82′ – Ammonito Diego Alves per perdita di tempo abbastanza palese: il Valencia ha un piede e mezzo in finale.

78′ – Un cambio per parte, in entrambi i casi è il secondo: fuori Parejo per Fuego nel Valencia e Reyes per Marin nel Siviglia.

74′ – Ammonito Feghouli, il Valencia ora si difende con ordine e gestisce il risultato.

72′ – Fuori Navarro per Moreno: il Siviglia prova a reagire, ma il tre a zero è stata una doccia gelata per la formazione andalusa.

69′ – Mathieu!!! Delirio assoluto del Mestalla!!! 3-0!!! Tocco sotto misura del centrocampista francese ed in questo momento il Valencia è a venti minuti dalla finale di Torino!!!

64′ – Primo cambio anche per il Siviglia: fuori Bacca, dentro Gameiro.

62′ – Primo cambio del match: Pizzi richiama in panchina Piatti per Cartabia.

60′ – Mezz'ora al termine: si inizia a paventare lo spettro dei supplementari.

54′ – Ammonito Bernat per il Valencia.

49′ – Punizione di Parejo respinta, palla per Piatti che da pochi passi sbaglia il possibile tre a zero!

47′ – Pochi brividi in questi primissimi minuti: il Valencia teme che scoprendosi possa incassare la rete che vanifichi l'ottimo inizio di gara. Il Siviglia aspetta il momento giusto per colpire.

Secondo tempo. Si riparte al Mestalla, nessun cambio rispetto alle formazioni titolari.

Fine primo tempo. Il Valencia ce l'ha fatta ancora una volta a rimontare la gara d'andata, ma nei prossimi quarantacinque minuti ci sarà battaglia: il Siviglia, in caso di gol, costringerebbe i padroni di casa a dover segnare altre due reti per qualificarsi.

41′ – Il Valencia adesso si scopre di meno: il Siviglia, con un solo tiro in porta, ha rischiato di chiudere il discorso qualificazione.

36′ – Lampo del Siviglia! Colpo di tacco di Bacca che libera Reyes che prova da due passi il tap-in vincente: vola Diego Alves e salva il risultato per il Valencia!

34′ – Valencia che va vicino al tris! Mathieu prende palla praticamente a centrocampo, e scende incontrastato provando poi il tiro da fuori: palla a lato, ma è preoccupante come nessuno del Siviglia sia andato a chiudergli lo spazio, permettendogli una facile discesa palla al piede.

30′ – Un quarto d'ora al termine della prima frazione, il punteggio è saldamente nelle mani del Valencia che in venticinque minuti ha annullato il risultato della gara d'andata. Il Siviglia sembra tramortito.

26′ – Jonas!!! Raddoppio del Valencia!!! Traversone di Bernat, Jonas stacca di testa e trafigge Beto dopo aver toccato la parte inferiore della traversa. Il Mestalla sta letteralmente venendo giù per l'euforia dei tifosi di casa: ammutoliti quelli del Siviglia.

24′ – Pressing alto del Valencia che spinge alla ricerca del gol che pareggerebbe il risultato dell'andata.

19′ – Ancora Valencia pericoloso con Feghouli, che viene chiuso in angolo all'ultimo istante. Gli andalusi un po' sulle gambe adesso.

15′ – Si fanno sentire ora i tifosi ospiti, perché il Mestalla è diventato ancora più una bolgia.

13′ – La sblocca Feghouli!!! Valencia in vantaggio!!! Apertura di Edu Vargas, e l'algerino con uno scatto fulmineo salta Fazio, si porta la palla sul sinistro e scarica alle spalle di Beto.

10′ – Se ne sono andati i primi dieci minuti di gioco della semifinale di ritorno di Europa League tutta spagnola tra Valencia e Siviglia, per ora le due formazioni si equivalgono.

5′ – La replica del Siviglia è affidata a Rakitic, ma il suo tiro termina a lato. Gara molto piacevole finora.

2′ – Partono subito forte i padroni di casa, con Jonas che al termine di un'azione insistita prova il tiro: Beto si distende e blocca la sfera.

Valencia che con un'azione insistita arriva al tiro con l'attaccante, ma Beto si distende. Atmosfera caldissima!

Primo tempo. Inizia il match del Mestalla! I tifosi del Valencia ci credono, innumerevoli striscioni "Otra remuntada, sì se puede" (Altra rimonta, sì si può) e Turín Nuestro Destino (Torino nostro destino).

Formazioni ufficiali. Il Valencia crede nella rimonta e schiera Alves tra i pali, difesa a quattro con Joao e Bernat esterni, con Costa-Mathieu coppia centrale; a centrocampo, Parejo e Keita in mediana, con Feghouli, Vargas e Piatti in posizione avanzata a sostegno di Jonas unica punta. Il Siviglia schiera il classico 4-4-2 con Beto in porta, Coke e Navarro terzini, e Pareja-Fazio al centro; centrocampo con Mbia e Rakitic esterni e Vitolo-Carrico centrali, mentre in attacco spazio al tandem Reyes-Bacca.

Valencia (4-2-3-1): Alves; Joao, R. Costa, Mathieu, Bernat; D. Parejo, Keita; Feghouli, Vargas, Piatti; Jonas. All. Pizzi.

Siviglia (4-4-2): Beto, Coke, Pareja, Fazio, Navarro; Mbia, Carriço, Vitolo, Rakitic; Reyes, Bacca.  All. Emery.

19.51 – Si registrano incidenti a Valencia: l'autobus del Siviglia sarebbe stato vittima di una sassaiola nei pressi dell'Hotel dove alloggia la squadra. Già domenica scorsa, nelle ore precedenti ad Athletic Club-Siviglia, era avvenuto un episodio simile. La gara è molto sentita dalle due tifoserie, e le forze dell'ordine sono in massima allerta.

LIVE

Valencia-Siviglia è il derby spagnolo che deciderà l'altra finalista della UEFA Europa League 2013/2014: gli andalusi, già sicuri di partecipare alla prossima Europa League grazie al 5° posto in campionato ormai in cassaforte (soprattutto dopo aver perso per 3-1 lo scontro diretto per il 4° posto contro l'Athletic Club, che ora ha 6 punti di vantaggio a tre giornate dalla fine), sono chiamati a difendere il 2-0 ottenuto nella gara d'andata. D'altra parte il Valencia, che in campionato è fuori dai giochi (ottavo a -7 dall'Europa League), può sperare di parteciparvi di nuovo solo vincendo il trofeo, qualificandosi così come detentore, ma deve ribaltare il pesante 2-0 dell'andata: un'impresa non impossibile per chi già ai quarti ha eliminato il Basilea partendo dallo 0-3 dell'andata ma vincendo con un secco 5-0 al ritorno.

Il percorso. Non si può dire che il Siviglia, che ha già un piede e mezzo in finale, sia arrivato all'appuntamento di stasera per la via più breve: gli andalusi non si erano qualificati neppure per i preliminari dopo il nono posto in Liga della scorsa stagione, ma erano stati ripescati dopo che il Malaga (sesto) era stato escluso dalle coppe europee per irregolarità finanziarie, così come il Rayo Vallecano, giunto ottavo in Liga. E così assieme al Valencia (quinto) ed al Betis (settimo), il Siviglia si è ritrovato a sorpresa in Europa League, dove ha fatto fuori prima il Mladost Podgorica (3-0 e 1-6), quindi il Śląsk Wrocław (4-0 e 1-5), quindi ha vinto il proprio girone davanti a Slovan Liberec (1-1 e 1-2), Friburgo (2-0 e 0-2) ed Estoril Praia (1-1 e 1-2); ai sedicesimi è stata la volta del Maribor (1-2 e 2-2), poi del Betis (un 2-0 a testa, quindi la vittoria ai rigori per 4-3) ed infine del Porto (sconfitto 1-0 ma ribaltato con un secco 4-1). In totale, il Siviglia arriva con undici vittorie, tre pareggi e due sconfitte. Il Valencia, già alla fase a gironi, è arrivato primo davanti a San Gallo (5-1 e 2-3), Kuban (1-1 e 0-2) e Swansea (vittoria fuori casa per 1-0 ma sconfitta interna per 3-0); ai sedicesimi, eliminata la Dinamo Kiev (0-0 e 0-2), quindi il Ludogorets (0-3 e 0-1) e infine il Basilea, dopo aver perso 3-0 all'andata ma con un clamoroso 5-0 nella gara di ritorno al Mestalla. Per il Valencia, il bilancio è di otto vittorie, due pareggi e tre sconfitte.

Probabili formazioni

Valencia (4-3-3): Guaita; Pereira, Vezo, Mathieu, Barragan; Feghouli, Keita, Parejo; Jonas, Piatti, Vargas. A disposizione: Pizana, Fuego, Bernat, Cartabia, Araujo, Gaya, Domenech, Romeu. All. Pizzi.

Siviglia (4-4-2): Bastos; Figueiras, Fazio, Pareja, Navarro; Vitolo, Mbia, Rakitic, Marin; Gameiro, Bacca. A disposizione: Varas, Samperio, Carrico, Moreno, Cicinho, Koke, Trochowski, Iborra, Reyes, Perotti. All. Emery.