Grandi manovre all'interno del Barcellona del dopo Neymar. Il club catalano sta tessendo le trame per portare in azulgrana una serie di giocatori che potrebbero ridare qualità ad un gruppo che ha perso una delle sue stelle, volata a Parigi. E proprio dalla ‘nemica' Parigi potrebbe arrivare il sostituto, Angel Di Maria, connazionale di Lionel Messi e amico di lunga data della Pulga. Sarebbe l'ex Real il primo obiettivo su cui versare parte dei 222 milioni pagati per la clausola di Neymar. In Francia sono sicuri: entro la fine dell'estate, Di Maria vestirà Barcellona.

Messi d'accordo: Di Maria per il dopo Neymar.

Il quotidiano francese "Le Parisien" afferma che il 29enne argentino potrebbe fare il suo ritorno in Spagna, dopo l'esperienza in Blanco, per giocare  al fianco di Messi, il connazionale e compagno nella nazionale argentina che reciterà un ruolo fondamentale per chiudere la trattativa. Angel Di Maria ha rilanciato la propria carriera in Ligue 1 quando è entrato a far parte del PSG dopo aver vissuto una parentesi al Manchester United nel 2015 non troppo edificante. Adesso, il nuovo allenatore del Barça, Ernesto Valverde, sta progettando di ingaggiare l'argentino con il quale si proverebbe a riconquistare il titolo della La Liga.

I successi con il Psg.

Angel Di Maria a Parigi si è trovato bene tornando a livelli importanti: ha segnato 14 gol in questa stagione e fornito otto assist grazie ai quali ha aiutato Les Parisiens a conquistare la Coupe de France e la Coupe de la Ligue, finendo tra i migliori giocatori del campionato. L'unico problema è il passato di Di Maria, allo stadio Bernabeu con la ‘camiceta blanca', quattro stagioni come un giocatore chiave per il Real Madrid. Un passato difficile da scordare ma che potrebbe essere cancellato grazie allo ‘sponsor' Messi.

I successi in Blanco.

L'ex Benfica ha totalizzato 190 presenze per i Blancos e ha segnato in 36 occasioni, in tutte le competizioni in cui ha partecipato. Di Maria è stato nominato ‘the man of the match‘ nel trionfo 4-1 contro i rivali dell'Atletico Madrid nella finale di Champions League 2014 e con il Real ha anche conquistato un campionato della La Liga e due titoli Copa del Rey.