Mentre a Dimaro ci si prepara, si gioca e si vince in scioltezza, esaltando le doti balistiche del solito Mertens mattatore dell'amichevole vinta in goleada, Giuntoli continua a lavorare per dare al gruppo elementi di qualità importanti per poter proseguire alla caccia del tricolore, obiettivo minimo cui puntano i partenopei di Sarri. Molto si è già fatto in queste settimane di mercato ma molto c'è ancora da fare per completare la rosa a livello qualitativo. E tra le priorità che Sarri ha indicato c'è anche la porta, dove servono portieri d'esperienza e alternative valide. Detto di un Reina che sembra aver capito di potere stare a Napoli guadagnandosi sul campo i galloni da titolare, serve un sostituto all'altezza e nelle ultime ore c'è una novità importante: contatti per portare a Napoli Bravo.

Idea Bravo come vice Reina.

Il portiere spagnolo è rientrato dalle frizioni con la proprietà ed è ritenuto più che adatto da Sarri per il suo gioco, tanto che attualmente la società azzurra sarebbe alla ricerca di un secondo e non di un estremo difensore titolare considerando Reina il numero 1 tra i pali. Anche per questo motivo nelle ultime ore è emersa un'ipotesi più che suggestiva che conduce a Manchester, in Inghilterra: occhi su Claudio Bravo, estremo difensore del City e della Nazionale cilena con cui ha vinto due Copa America di fila nel 2015 e 2016. Si tratterebbe di un gran colpo che porterebbe tanta esperienza nello spogliatoio azzurro, anche se per ora resta una semplice idea e non è stata ancora imbastita una trattativa vera e propria.

Milik, voglia di tricolore.

Intanto arrivano garanzie su un recupero importante, Milik, il polacco che l'anno scorso è stato stoppato ad inizio stagione da un brutto infortunio. E' su di lui che il Napoli punta tanto che non è mai stato in discussione e non si sono mai cerate alternative in avanti. Dal ritiro di Dimaro il bomber è pronto a riprendersi un posto da titolare ma senza spingere: "Voglio vincere. Voglio vincere tutto. Sono 23 anni che aspetto. Da quando sono nato. Mertens o Milik il centravanti titolare? Non lo so, è Sarri a dover rispondere. E poi non è ancora il tempo delle scelte"