Si cambia sulla fascia. La Juventus e Patrice Evra hanno capito che l'avventura in bianconero è arrivata al termine. Il difensore francese non ha più spazio nelle nuove dinamiche juventine di Allegri che preferisce il giovane scattante Alex Sandro negando all'ex Manchester United apparizioni sempre più limitate, in ogni competizione si scenda in campo. Così, Evra che non si sente arrivato a fine corsa, sta cercando nuove avventure prospettando anche un ritorno in Inghilterra. Forse non a gennaio, sicuramente a giugno. E al suo posto, la Juventus guarda con interesse in casa Milan dove è stato identificato De Sciglio quale sostituto.

Se Evra parte, nessun acquisto – La sensazione è che Evra voglia staccare il biglietto di partenza subito e che la Juventus non si opporrebbe alla scelta. La mancata convocazione per la sfida di campionato con il Bologna è stato il segnale finale, che determina i saluti tra giocatore e club. Tuttavia, anche se Evra dovesse lasciare la squadra entro il prossimo 31 gennaio, la Juventus non scenderà in campo e non pescherà subito l'erede sul mercato di riparazione. Al momento, Allegri si sente abbastanza protetto nel ruolo dove punterà su Asamoah o Mattiello, che possono essere impiegati al posto di Evra, o su Alex Sandro se la fascia opposta ritrovasse la continuità di Lichtestein.

‘Tesoretto' per giugno: Mattia De Sciglio – I soldi, la Juventus li terrebbe in serbo per un colpo forte in estate. Puntando direttamente in casa Milan dove si sta preparando l'offensiva su Gianluigi Donnarumma, il portiere prodigio individuato quale post Buffon. Se la pista che porta all'estremo rossonero sarà impervia e complicata, ce n'è un'altra che appare più semplice e diretta: Mattia De Sciglio. L'esterno milanista che non sembrerebbe felicissimo dell'attuale gestione Montella.

Le alternative, Darmian Masina o Kolasinac – Mattia De Sciglio al Milan, gioca ma senza continuità e con il fiato di Antonelli sul collo. Una condizione che mette pressione agiunta ad un giocatore che è fermamente intenzionato a crescere ancora e non perdere il treno della Nazionale. Il suo nome non è nuovo: era già finito nell'ultima sessione di calciomercato nel mirino dell'a.d. bianconero Marotta che sul proprio taccuino ha anche i nomi di  Darmian, Masina e il bosniaco Kolasinac.