13 Aprile 2017: segnatevi questa data, perchè per l'AC Milan si tratta di una giornata storica. Dopo una lunghissima trattativa, che ha passato anche momenti particolarmente difficili, la Fininvest ha comunicato ufficialmente di aver ceduto la società alla Rossoneri Sport Investment Lux di Yonghong Li. Nel comunicato, emesso in maniera congiunta pochi minuti fa, le due parti hanno confermato il buon esito della trattativa: "Fininvest ha oggi finalizzato la cessione alla Rossoneri Sport Investment Lux dell’intera partecipazione, pari al 99,93%, detenuta nell’AC Milan – si legge nella nota – La finalizzazione odierna dà piena esecuzione al contratto di compravendita firmato dall’amministratore delegato di Fininvest, Danilo Pellegrino, e da David Han Li, rappresentante di Rossoneri Sport Investment Lux, il 5 agosto 2016 e rinnovato il 24 marzo scorso. Gli estremi dell’accordo sono quelli resi noti a suo tempo e prevedono una valutazione
complessiva dell’AC Milan pari a 740 milioni di Euro, comprensivi di una situazione debitoria stimata al 30 giugno 2016, come da intese fra le parti, in circa 220 milioni di Euro".

Marco Fassone, David Han e Danilo Pellegrino, ad di Fininvest. Nella foto di Auro Palomba.in foto: Marco Fassone, David Han e Danilo Pellegrino, ad di Fininvest. Nella foto di Auro Palomba.

Nelle prossime ore la conferenza stampa e l'assemblea dei soci.

"A quanto incassato da Fininvest si aggiungono 90 milioni di Euro a titolo di rimborso dei versamenti in conto capitale eseguiti dalla stessa Fininvest a favore del Milan dal 1° luglio 2016 ad oggi – continua la comunicazione ufficiale –  Gli acquirenti hanno confermato l’impegno a compiere importanti interventi di ricapitalizzazione e rafforzamento patrimoniale e finanziario di AC Milan. Nella giornata di domani, venerdì 14 aprile, l’Assemblea dei Soci dell’AC Milan riunita in prima convocazione provvederà, fra l’altro, a deliberare in ordine alla nomina dei nuovi
organi sociali della società. Rossoneri Sport Investment Lux si è avvalsa di Rothschild & Co. come advisor per gli aspetti finanziari e degli Studi Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners e Gattai, Minoli, Agostinelli & Partners per gli aspetti legali. Fininvest è stata assistita da Lazard e dallo studio Chiomenti rispettivamente per gli aspetti finanziari e per quelli legali".

Le prime parole del nuovo presidente e le reazioni.

Dopo la rinuncia di Silvio Berlusconi a ricoprire la carica di presidente onorario, il nuovo numero uno del club diventa Yonghong Li. L'imprenditore cinese, che sarà a San Siro per il derby di sabato, ha rilasciato la prima dichiarazione al sito "sport.163.com": "Ringrazio Berlusconi e Fininvest per la fiducia e i tifosi per la pazienza, da oggi costruiamo il futuro. Passo dopo passo torneremo sul tetto del mondo". Il primo a "cinguettare" dopo l'annuncio ufficiale, è stato il primo capitano del Milan di Silvio Berlusconi: Franco Baresi. Attraverso il suo profilo Twitter, l'ex difensore ha voluto omaggiare la storia scritta dal Cavaliere: "È finita un'era di un Milan vincente, competitivo e da leggenda. Un ciclo difficilmente ripetibile. Grazie Presidente".

Il saluto del Cavaliere e la commozione di Galliani.

A ridosso dell'annuncio ufficiale, anche lo stesso Silvio Berlusconi ha rilasciato il suo primo commento a caldo: "Lascio, ma resto il primo tifoso – ha spiegato l'ex proprietario, in un'intervista ripresa da Radio 24 – Ai nuovi auguri di realizzare traguardi più grandi dei nostri. E' doloroso lasciare il Milan, ma per competere servono risorse. Non potrò dimenticare le emozioni che mi ha dato e voglio ringraziare i tifosi. Ho negli occhi e nel cuore le testimonianze d'affetto dei nostri sostenitori". Berlusconi ha poi voluto ringraziare anche Adriano Galliani: protagonista, poco dopo l'annuncio, di una comunicazione ufficiale in Lega Calcio. Arrivato in via Rosellini per l'incontro con gli altri club, l'ad uscente ha comunicato con visibile commozione la cessione del Milan. Come riportato da Sky Sport, l'ormai ex dirigente rossonero è stato applaudito da tutti i presidenti di club e rappresentati delle altre squadre.