L‘Udinese sta preparando la propria stagione con l'obiettivo primario di trovare una salvezza veloce e indolore per poi puntare a qualcosa di più, per togliersi qualche soddisfazione importante. Una preparazione che fino ad oggi non ha subito intoppi se non per le  brutte notizie arrivate oggi. Durante l'amichevole disputata contro l'AZ Alkmaar si è fermato infatti Stipe Perica. Gli accertamenti a cui si è sottoposto l'attaccante hanno evidenziato un trauma distorsivo alla caviglia destra.

Lungo stop, out fino a settembre.

Per Perica si prospetta un lungo stop che seguirà ai nuovi accertamenti. La caviglia è andata ko e ci sarebbe anche l'interessamento del comparto legamentoso esterno dell’articolazione tibio-tarsica. La società bianconera non si è voluta sbilanciare con i tempi di recupero, ma sono a rischio le prime due giornate di campionato in programma il 20 ed il 27 agosto.

Tutto pronto per Bajic.

Per l'Udinese è un problema serio tanto che Del Neri adesso dovrà fare di necessità virtù: potrebbe esserci subito una chance, dunque, per il nuovo acquisto Bajic che potrebbe essere lanciato al centro dell'attacco al fianco di Thereau e De Paul. Non è da escludere, comunque, l'inserimento del più rodato Lasagna anche lui appena arrivato a Udine.

Trattativa per Zapata.

Intanto si lavora per ulteriori arrivi in questa ultima fase di mercato. L'agente di Duvan Zapata è arrivato in Italia per parlare con il ds Giuntoli e chiarire il futuro del suo assistito. Una situazione da definire dunque per l'attaccante seguito anche dal Torino. Per il Napoli non c'è posto per Zapata che sicuramente lascerà Napoli entro fine agosto.

Idea Behrami ancora nel mirino.

Sempre sul fronte arrivi, l’Udinese riporta in Italia Valon Behrami centrocampista svizzero di origine albanese che ha già vestito le maglie di Verona, Genoa, Lazio, Napoli e Fiorentina. L’Udinese è pronto a riportarlo in Italia dal Watford, club di Premier League di proprietà della famiglia Pozzo, dove era stato fortemente voluto da Walter Mazzarri, suo mentore fin dai tempi della comune esperienza azzurra.