Grossi guai per il Torino. La squadra di Sinisa Mihajlovic esce con le ‘ossa rotte’ dall’amichevole disputata contro gli inglesi dell’Huddersfield Town, una squadra che quest’anno dopo decenni disputerà la Premier League. Si sono infortunati Valdifiori, che ha subito una distorsione al ginocchio, e soprattutto l’attaccante Boyé, che si è lesionato il legamento collaterale mediale del ginocchio destro. Questi due stop potrebbero obbligare i granata ad intervenire sul mercato sia a centrocampo che in attacco.

Infortunio al ginocchio per Boye, stop lungo.

A pochi giorni dall’inizio del campionato il giovane attaccante argentino, scuola River Plate, Lucas Boyé è costretto a fermarsi per colpa di un problema al ginocchio destro che dovrebbe tenerlo ai box per almeno un mese. Se tutto andrà per il verso giusto il ragazzo potrà riprendere pian piano la via del campo, se invece l’immobilizzazione non darà frutti il calciatore dovrà finire sotto i ferri. Questo il comunicato emesso sul sito ufficiale granata

Nell’amichevole contro l’Huddersfield Town di venerdì scorso l’attaccante Lucas Boyé ha riportato un trauma distorsivo al ginocchio destro. Gli accertamenti strumentali cui Boye è stato sottoposto e il consulto con il dottor Renato Misischi, consulente ortopedico del Torino, hanno confermato le prime valutazioni dello staff medico granata: lesione al legamento collaterale mediale del ginocchio destro che richiederà un periodo di immobilizzazione di 3/4 settimane, secondo evoluzione clinica.

Stop anche per Valdifiori, salterà la 1a giornata.

Si ferma anche Valdifiori. Fortunatamente il problema non è di grave evita. Ma la distorsione al ginocchio di sicuro impedirà all’ex calciatore di Napoli e Empoli di scendere in campo nella prima giornata di campionato

Nella medesima partita infortunio di minor entità per Mirko Valdifiori: distorsione al comportamento laterale del ginocchio sinistro. Pure per il centrocampista oggi esami e consulto con il dottor Misischi: immobilizzazione per due settimane cui seguirà una successiva rivalutazione per stabilire i tempi di recupero.