Circa un anno fa il suo addio al calcio sorprese tutti. Felipe Sodinha a 27 anni decise di appendere le scarpette al chiodo e tornare in patria anche a causa di qualche problema fisico di troppo. Il giocatore brasiliano pur non avendo mai giocato in Serie A, era diventato un vero e proprio idolo degli appassionati, per le sue doti tecniche e per il suo fisico, non proprio in linea con la carriera calcistica. Seppur in evidente sovrappeso infatti il classe 1988 con le maglie di Brescia e Trapani (in precedenza ha indossato quelle di Udinese, Bari, Paganese, Portogruaro e Triestina) è riuscito a mettersi in mostra, rivelandosi, tanto per usare una citazione di Gigi Maifredi, l’ex tecnico della Juve: “Un Renato Pozzetto con i piedi di Maradona”.

Ai suoi tifosi quei piedi capaci di giocate a sensazione, sono mancati e non poco, ecco allora che la notizia del suo ritorno in campo in Italia ha conquistato la scena. Felipe Sodinha ha deciso infatti di accettare la proposta del Mantova, club che milita nel campionato di Lega Pro girone B e occupa attualmente il terzultimo posto in classifica. La speranza della società biancorossa è che le doti del brasiliano possano aiutare la squadra a risalire la china.

Sodinha, intervenuto ai microfoni di Sportitalia nel corso dell’ultima giornata di calciomercato si è detto felicissimo per il suo ritorno in campo: “Sono contentissimo. Mi hanno presentato questo progetto, penso solo a fare bene al Mantova, voglio salvare la squadra. So che la situazione non è semplice, ma mi piacciono queste cose”. E il giocatore brasiliano ha svelato anche un retroscena legato alla sua vita privata e ai suoi progressi dal punto di vista fisico, con tanto di addio all’alcol : “Ho perso dodici kg, sono andato in Brasile per quello, ma ora sto meglio. Non bevo più da otto mesi”.