La festa per la storica promozione era pronta. Ma la Spal non è riuscita a battere la Pro Vercelli e tutto viene rimandato. A Ferrara si gusta la Serie A soprattutto quando nel finale segna Zigoni. Il guardalinne annulla, forse sbagliando, e la partita termina 0 a 0. La squadra di Semplici è messa sempre benissimo, ma ora sente il fiato sul collo del Verona e del Frosinone, che hanno sconfitto sabato rispettivamente l'Entella e il Trapani. La squadra di Pecchia ha messo il discorso in discesa già nei primi 10′ con i gol di Bessa e Pisano, che hanno reso inutile il tentativo di rimonta dei padroni di casa con il solito Caputo.

 Spal bloccata dalla Pro Vercelli.

Al ‘Mazza' di Ferrara era tutto pronto per festeggiare il ritorno in Serie A dopo 49 anni, ma la Pro Vercelli ha disputato una partita gagliarda ed è riuscita a bloccare la Spal, a cui per stappare le bottiglie e far partire la festa non basta lo 0-0. Nel primo tempo c'è grande tensione, e accade poco. L'ultimo quarto d'ora è molto intenso. Morra si divora l'1-0 per la Pro, Guelfi con una punizione fantastica mette i brividi a Meret. La Spal si sveglia nel finale: colpisce un palo con Antenucci e segna con Zigoni, il gol viene annullato. Dopo il triplice fischio gli animi sono caldissimi e in un paio di occasioni si sfiora la rissa.

Frosinone batte Trapani, Pigliacelli alla Higuita.

Sorride anche il Frosinone che si mantiene in scia della formazione gialloblu con un punto di svantaggio. Se il campionato finisse oggi le due squadre sarebbero promosse in Serie A senza playoff, alla luce del distacco di 10 punti tra i gialloblu e la 4a forza del campionato Perugia. E' bastata una rete di Dionisi alla compagine laziale per avere la meglio sui siciliani del Trapani. Da segnalare la tentata prodezza di Pigliacelli, portiere della squadra ospite che oltre a parare un rigore a Ciofani, si è messo in mostra per una sgroppata alla Higuita, palla al piede con tanto di dribbling ad un avversario fino alla trequarti di campo

Succede di tutto tra Ascoli e Benevento.

Occasione mancata per il Benevento che in casa dell'Ascoli ha conquistato un punto in una partita destinata a far molto discutere per l'arbitraggio. La formazione di Baroni, rimasta in 10 dopo pochi minuti per l'espulsione contestatissima di Lopez, è riuscita a trovare il vantaggio grazie a Ceravolo. Nella ripresa è accaduto di tutto con gli ospiti rimasti in 9 per il doppio giallo a Chisbah espulso per le proteste relative ad un battibecco con il portiere avversario, e il pareggio dei bianconeri realizzato grazie ad una clamorosa autorete di Eramo.

Avellino-Bari 1-1 e tante polemiche.

Partita molto tesa anche ad Avellino, decisa da due rigori molto dubbi. Biancorossi in vantaggio grazie ad un penalty di Salzano e raggiunti nella ripresa nuovamente dagli 11 metri dall'ex romanista Verdi. Tanto nervoso, e parapiglia al momento dell'ingresso negli spogliatoi con il portiere biancorosso Micai protagonista di un gesto provocatorio con tanto di spruzzo d'acqua nei confronti di un dirigente avversario.

Tre punti preziosi della Ternana a Vicenza.

Nelle altre sfide della giornata successo pesantissimo in chiave salvezza della Ternana, in quello che era un vero e proprio spareggio sul campo del Vicenza. Un bellissimo gol di Falletti ha regalato i 3 punti agli ospiti, che hanno superato in classifica i biancorossi. A proposito di grandi reti, splendida anche quella di Caracciolo che all'ultimo assalto ha permesso al Brescia di pareggiare contro il già retrocesso Latina. Belle vittorie anche per il Novara sul campo del Cesena grazie alla rete di Macheda, e per il Carpi sulla Salernitana.

I risultati della 40a giornata di Serie B

Perugia-Spezia 0-0 (venerdì), Ascoli-Benevento 1-1, Avellino-Bari 1-1, Brescia-Latina 1-1, Carpi-Salernitana 2-0, Cesena-Novara 0-1, Entella-Verona 1-2, Frosinone-Trapani 1-0, Vicenza-Ternana 0-1, Spal-Pro Vercelli 0-0, Pisa-Cittadella (lunedì)

Classifica Serie B

Spal 75, Verona 72, Frosinone 71, Perugia 61, Benevento 59, Cittadella 57*, Spezia 56, Novara, Bari 53, Salernitana, Entella 51, Cesena 49, Pro Vercelli 48, Ascoli, Brescia, Avellino 46, Trapani 44, Ternana 43, Vicenza 41, Pisa 39*, Latina 31.