Momento no per il Pisa di Ringhio Gattuso che si ritrova in piena corsa per non retrocedere in Serie cadetta. Complici alcune inadempienze verso la Covisoc da parte del club toscano che si è visto togliere in classifica 3 punti e che adesso viaggia a solo ad una lunghezza di vantaggio sul penultimo Trapani e a +4 dalla Ternana. L'incubo di ripiombare in Lega Pro diventa così molto più reale di quanto non possa sembrare.

Tolleranza zero – La scure della Federcalcio si abbatte sui nerazzurri di Gattuso che da oggi hanno meno 3 punti in una classifica già deficitaria per i propri demeriti sportivi. A decidere di penalizzare la società è stata la FIGC che ha preso atto della documentazione da parte della Covisoc che ha denunciato gravi inadempienze della società toscana nella gestione dei conti. Sono arrivati così tre punti di penalizzazione in classifica per il Pisa, da scontarsi nella stagione sportiva in corso, e un'ammenda di 22 mila euro da pagare da parte della società.

Altri 3 punti in meno – Lo ha stabilito il Tribunale Federale Nazionale-Sezione Disciplinare a seguito del deferimento della società per inadempienze Covisoc, il cui principale colpevole è Giorgio Lorenzo Petron che all'epoca dei fatti era amministratore unico e legale rappresentante del club. E' stato punito con un'inibizione di cinque mesi. Con la nuova penalizzazione, che si somma al -1 che già scontava, la squadra di Gattuso adesso è in grave difficoltà perché arretra al terzultimo posto.

Nuova classifica – Ecco la nuova classifica di Serie B: Spal 58 punti; Frosinone 56; Verona 54; Benevento (-1) 48; Perugia 47; Bari 46; Spezia, Novara 45; Cittadella 44; Entella, Carpi 43; Ascoli 38; Avellino 37; Salernitana 36; Cesena, Pro Vercelli 34; Vicenza 33; Latina, Brescia 32; Pisa (-4) 30; Trapani 29; Ternana 26.