Per vincere è importante non subire gol, ma anche segnarne. Perché se non si riesce mai a trovare la rete avversaria difficilmente si troveranno punti importanti per la classifica. Lo sa bene l'Empoli che vanta il peggiore attacco stagionale di Serie A: la pochezza di 15 gol fatti fino ad oggi, 28a giornata di campionato, quasi un gol ogni 180 minuti. E una salvezza che arriva, al momento, solamente per la netta inferiorità (complessiva) di altre tre società, Palermo, Crotone e Pescara. Ma l'attacco dei toscani è davvero inesistente, tanto che guardando la classifica cannonieri ben sei giocatori hanno segnato da soli più di tutto il reparto offensivo dell'Empoli.

Peggior attacco della serie A – 15 gol all'attivo, sfruttati al massimo, perché l'Empoli oggi sarebbe salvo, al quartultimo posto, mentre Palermo, Crotone e Pescara scivolerebbero in serie cadetta, ma la squadra toscana in attacco appare decisamente inesistente. L'ultimo scivolone (a zero gol realizzati) è arrivato puntuale contro il Chievo dove al Bentegodi ha subito 4 reti senza segnarne nemmeno una. Per Martusciello un primato decisamente negativo anche perché in attacco può vantare il solo Mchedlidze in classifica marcatori – anche se lontanissimo dalla vetta – miglior realizzatore della squadra con 5 reti. Poi più in basso c'è Maccarone  con 3 reti, Pucciarelli con 2.

Da Belotti a Immobile, bomber di razza – Una disfatta tecnica, se si pensa che già in sei hanno segnato fino ad oggi più dell'intero attacco empolese. Andrea Belotti a parte, che comanda incontrastato a quota 22 reti, in attesa di sapere come finirà il posticipo del lunedì, a Roma contro la Lazio, ci sono anche i bomber di Roma e Inter, Dzeko e Icardi che sono saliti a quota 20. Dietro, l'eterno Higuain a 19 reti incoppia con il suo ex compagno del Napoli, Mertens. Infine ecco Immobile a quota 16 reti, anche lui in attesa del  Monday Night.