"Scusa, Zlatan, mi autorizzi a indossare la maglia numero 9?". Non è una battuta, né il frammento di un dialogo surreale. E' tutto vero. Romelo Lukaku, 24enne attaccante belga giunto dall'Everton al Manchester United per 85 milioni di euro, prima di fare propria la casacca per eccellenza dei bomber ha chiesto il permesso a Ibrahimovic. "In genere gli attaccanti giocano con il 9 – ha aggiunto il calciatore, in gol nella gara di Supercoppa europea a Skopje contro il Real -. Ringrazio Ibra per avermi permesso di utilizzarlo".

Lukaku successore di Ibra a Manchester.

I Red Devils lo hanno voluto a Old Trafford per assicurare la successione proprio allo svedese finito dietro le quinte (17 gol in stagione) a causa dell'infortunio al ginocchio (e conseguente operazione) che lo mise fuori causa nei quarti di finale di Europa League contro l'Anderlecht. Grande mediatore della trattativa è stato Mino Raiola, procuratore anche dell'ex Toffee, e capace di piazzare un altro colpo da novanta a Manchester dopo Pogba.

Ingaggio triplicato rispetto all'Everton.

Sicché adesso a Manchester Lukaku guadagna 280 mila euro a settimana per uno stipendio mensile di 11.200 mila euro e un ingaggio annuale che sfiora i 14 milioni… quasi il triplo di quanto percepiva all'Everton (4.9 milioni).

Il belga colosso in attacco, classica punta centrale.

Alto 191 cm, calcia di sinistro, Lukaku è la classica punta centrale, ruolo che interpreta con grande fisicità e tecnica: ha un contratto con lo United fino al 2022 con opzione per un altro anno. Il suo valore di mercato è cresciuto in maniera esponenziale fino ad arrivare a 50 milioni (secondo la valutazione di Transfermarkt) ma ne sono occorsi 85 allo United per portarlo a Old Trafford.

Zlatan tra Milan e United, le ultime notizie di mercato.

Quanto a Ibrahimovic, che i tifosi del Milan sognano di vedere di nuovo a San Siro con la maglia rossonera, le ultime notizie di calciomercato rilanciate dai tabloid (in particolare il Daily Mail) considerano il giocatore "molto vicino al ritorno" allo United. "Forse rimarrà con noi", s'è lasciato sfuggire José Mourinho nell'immediata vigilia del confronto con le ‘merengues' a dispetto di altre voci che vedono lo svedese corteggiato anche da società della Major League americana. A ottobre Zlatan compirà 36 anni ma non potrà festeggiare il compleanno in campo perché ancora sulla via del completo recupero, in parte effettuato presso il centro di Carrington del Manchester. I progressi palesati durante la riabilitazione sono stati sorprendenti. E lui, Ibra, è certo di tornare a grandi livelli.