Maurizio Sarri continua ad inseguire la Roma e il secondo posto e lo sta facendo grazie al suo meraviglioso e atipico tridente che gli sta regalando tantissime soddisfazioni. Il Napoli ha saputo sopperire alla perdita di Higuain e all’infortunio di Milik con tre giocatori che complessivamente solo in Serie A hanno realizzato in questo campionato 45 gol. Se Callejon non stupisce perché era una certezza, lo spagnolo è affidabile come pochi, hanno fatto un enorme salto di qualità sia Insigne sia Mertens, che hanno segnato tanto, regalato assist, spettacolo e tanti punti alla squadra di De Laurentiis. Con il presidente entrambi stanno trattando il rinnovo contrattuale e Sarri fa capire di voler il lieto fine in entrambe le trattative. Perché il ‘Magnifico’ e il ‘Folletto’ sono le stelle della sua squadra: “Questi due ragazzi sono due simboli di questo ciclo del Napoli e se si continua con questo ciclo è giusto che ci siano ancora, se no va considerato chiuso questo ciclo”.

Il 3-0 rifilato all’Udinese riporta il Napoli a due lunghezze dalla Roma, fermata in casa dall’Atalanta. Sarri è praticamente certo di arrivare almeno terzo, perché i punti di vantaggio sulla Lazio (quarta in classifica) sono nove. Ma gli azzurri sognano il secondo posto che dà l’accesso diretto alla prossima Champions League. L’allenatore toscano si schernisce quando gli si parla di tabelle e calendario più favorevole. Secondo lui Hamsik e soci devono pensare a giocare una partita alla volta, solo così potranno vivere bene l’inseguimento ai giallorossi

Le tabelle lasciano il tempo che trovano perché poi se fai un risultato diverso da quello che avevi previsto non puoi smettere di giocare. Se pensiamo una gara alla volta e scendiamo in campo con la voglia di prendere punti in queste ultime gare, forse la classifica ci premierà ma non dipende solo da noi.