Un brutto episodio avvenuto nell'ultimo turno di campionato. Un brutto episodio che il direttore di gara non ha visto e ha consentito a Cristiano Ronaldo di farla franca e sfuggire alla giustizia sportiva che, in virtù d'una sanzione (sarebbe bastata anche un'ammonizione, poiché CR7 è gravato da altri ‘cartellini gialli'), avrebbe saltato la gara contro il Celta Vigo. Una squalifica pesante per il Real Madrid in questa fase delicata della stagione che lo vede duellare con il Barcellona per il titolo nella Liga. Uno stop che, ci fosse stata la prova tv come in Italia, avrebbe con ogni probabilità posto fine al torneo del portoghese con largo anticipo.

Cosa è successo. Il difensore francese del Siviglia, Clement Lenglet, viene affrontato a palla lontana da Ronaldo. La stella del Real appare nervosa nonostante la sfida contro gli andalusi (conclusa 4-1) abbia preso una piega favorevole alle ‘merengues'. Le immagini mostrate dalle televisioni spagnole non lasciano adito a commenti di sorta: la sequenza videoclip mostra il campione lusitano che rincorre l'avversario, salta alle sue spalle e poi gli rifila un colpo al volto con il braccio, provando a mascherare quel gesto con la foga dell'azione. Perché Ronaldo non è stato sanzionato dall'arbitro? E' la domanda ricorrente dei media iberici che non hanno perdonato al giocatore un atteggiamento per nulla da Pallone d'Oro.

Impunito. Così lo definisce il ‘Mundo Deportivo', giornale molto vicino alle vicende catalane che ha preso in esame quanto accaduto contro il Siviglia per pubblicare un excursus molto dettagliato sugli episodi di condotta violenta avuta dal portoghese in altre occasioni. Quanti ne sarebbero? Undici, tutti avrebbero meritato d'essere puniti con il cartellino rosso ma nessuno di essi è stato sanzionato. La Juventus, prossima avversaria in finale di Champions League, è avvertita… fanno sapere dalla Spagna.