Ci siamo. Ancora poche ore e Alisson Ramsés Becker potrà considerarsi a tutti gli effetti un calciatore della Roma. L’estremo difensore classe ’92 arriverà nella giornata di domani nella Capitale dove potrà sostenere le visite mediche e dunque firmare il contratto che lo legherà ai giallorossi. Il tutto prima di ripartire per il Brasile, e poter dunque prendere parte alla Copa America. Solo pochi giorni fa, l’ex numero uno dell’Internacional di Porto Alegre ha disputato la sua sua ultima partita al Beira Rio Stadium, vincendo la finale del Campionato Gaucho. Grande commozione al termine della sua ultima partita con il club sudamericano per Alisson pronto alla sua prima avventura europea. In una lunga intervista a globoesporte.com, il giocatore ha finalmente scoperto le carte rivelando i motivi della scelta di approdare alla Roma: “Ho scelto la Roma perché voglio giocare la Champions League e sogno di vincere lo Scudetto. Sarà un onore per me giocare con campioni del calibro di Totti e De Rossi”.

Il sogno di Alisson è quello di ripercorrere in giallorosso le orme di un suo celebre connazionale, ovvero Falcao. Il tutto con la speranza di ambientarsi nel migliore dei modi nella “Città eterna”: “Falcao è Falcao. Anche se non riuscirò a diventare il Re, spero di essere almeno Principe. La mia presentazione dovrebbe essere il primo luglio. Arrivo anche per cambiare vita insieme alla mia famiglia, visto che in Brasile c'è una grande crisi". E Alisson potrebbe ritrovarsi a giocarsi il posto con Szczesny. Il ritorno del polacco all'Arsenal per la conclusione del suo prestito è tutt'altro che certo alla luce della sua volontà di rimanere in terra capitolina, dove potrebbe giocare con più continuità.