Patrik Schick croce e delizia di questo avvio di stagione della Roma. L'attaccante, prelevato dalla Samp in questa estate per 42 milioni di euro, è il fiore all'occhiello della campagna acquisti dei giallorossi. Pagato più di Batigol – record nella storia del club capitolino -, finora il talento ceco è stato costretto a restare dietro le quinte. A frenarlo, un problema muscolare che s'è manifestato proprio alla vigilia della sfida di campionato con i liguri: il rinvio della partita per l'allerta meteo su Genova (e su tutta l'Italia, considerati i nubifragi abbattutisi sulla Penisola) gli ha consentito di lavorare con maggiore calma e dedizione per recuperare quanto prima.

Corsa contro il tempo. Non ce la farà, però, a essere disponibile per il debutto in Champions dei giallorossi, che martedì sera (ore 20.45) attendono l'Atletico Madrid all'Olimpico per l'esordio nella fase a gironi della Coppa. Le condizioni di Schick migliorano, come testimoniano gli esami svolti, ma non sono sufficienti per averlo in campo coi colchoneros: nella giornata odierna è stato sottoposto a ulteriori accertamenti clinici-strumentali che, spiega il club giallorosso in una nota, "hanno mostrato un miglioramento dei reperti precedentemente riscontrati in corrispondenza del muscolo retto femorale sinistro".

Tabella di riabilitazione. Il giocatore proseguirà nel lavoro di riabilitazione previsto dallo staff medico e le sue condizioni che verranno monitorate giorno per giorno. Quando potrà rientrare in campo? C'è cautela nella valutazione del suo stato di salute, l'obiettivo è – in caso di progressi netti e consolidati – unirsi ai compagni di squadra per gli allenamenti entro la fine della settimana, da capire però se avverrà in gruppo oppure solo a livello individuale con un programma di esercizi personalizzato. Cosa significa? Che quasi sicuramente Schick, oltre all'Atletico Madrid, non sarà presente nemmeno per la gara di campionato contro il Verona (quarta giornata – sabato prossimo 16 settembre, ore 20.45).

Le scelte del tecnico in previsione dell'Atletico. Pochi dubbi per Di Francesco: il ballottaggio Florenzi-Bruno Peres è una delle poche cose ancora in bilico. Probabile formazione (4-3-3): Alisson; Bruno Peres, Manolas, Fazio, Kolarov; Strootman, De Rossi, Nainggolan; Defrel, Dzeko, Perotti.