La Roma giovedì sera è chiamata all’impresa contro il Lione. Il 4-2 incassato in Francia è pesante, ma non è irrimediabile. Spalletti spera nel calore dell’Olimpico ed ha chiamato a raccolta i tifosi. Intanto il tecnico toscano studia nei minimi dettagli la formazione da opporre all’ostico undici di Genesio. Il turnover fatto nell’ultimo turno di campionato con il Palermo è abbastanza indicativo. Ai titolari che tornano dal primo minuto si aggiungono anche i rientranti Manolas e Perotti.

Le scelte di Spalletti – Una novità sostanziale c’è. Perché la Roma domani (alle ore 19) scenderà in campo contro il Lione con la difesa a quattro. La decisione Spalletti l’ha presa perché teme gli esterni offensivi di Genesio e sulle fasce infatti proporrà due centrali che avranno più il compito di proteggere che di spingere, Rudiger e Juan Jesus. Manolas che ha smaltito i problemi muscolari ed è fresco perché in campionato ha scontato un turno di squalifica affiancherà Fazio. In porta Alisson, numero uno di coppe. De Rossi e Strootman giocheranno davanti alla difesa. Alle spalle di Dzeko, che si avvicina sempre più al record di gol in una singola stagione per un giocatore giallorosso, ci saranno Salah, Nainggolan e Perotti.

Come giocherà il Lione – Genesio non vuole sbagliare nulla. Per il Lione è fondamentale passare il turno e l’occasione è ghiotta considerato il 4-2. Dunque in campo tutti i titolari. Lacazette sarà lo spauracchio numero uno in attacco, al suo fianco Valbuena e Fekir. A metà campo naturalmente non mancheranno Gonalons e Tolisso, il migliore in campo nella gara d’andata.

Le probabili formazioni di Roma-Lione

Roma (4-2-3-1): Alisson; Rudiger, Manolas, Fazio, Juan Jesus; De Rossi, Strootman; Salah, Nainggolan, Perotti; Dzeko. All. Spalletti

Lione (4-3-3): Lopes; Rafael, Mammana, Diakhaby, Morel; Tousart, Gonalons, Tolisso; Fekir, Lacazette, Valbuena. All. Genesio