A due giorni dall’importante sfida di campionato con l’Atalanta, la Roma perde Daniele De Rossi. Il centrocampista di Spalletti è stato costretto ad abbandonare l’allenamento odierno a causa di una distorsione alla caviglia sinistra. Le prime voci parlano di una distorsione lieve, ma considerando che il match contro l’undici di Gasperini è alle porte pare assai difficile pensare ad un suo impiego sabato pomeriggio. De Rossi, che ha lasciato il centro sportivo di Trigoria zoppicando, non sosterrà alcun esame oggi. Continua così il periodo non eccelso a livello fisico del vice-capitano giallorosso che dopo essersi infortunato con la nazionale, nell’amichevole con l’Olanda, era stato costretto a saltare il match di campionato con l’Empoli e la semifinale di ritorno di Coppa Italia con la Lazio. Ma a Bologna, domenica scorsa, era tornato in campo. Adesso un altro possibile stop.

Se De Rossi non riuscirà a recuperare toccherà certamente a Paredes, la prima alternativa a centrocampo. Spalletti comunque dei dubbi di formazione ce li ha. Perché dopo aver giocato a lungo con la difesa a 3, a Bologna ha giocato a 4, ha vinto 3-0 ed ha convinto. Se sarà confermata, a livello difensivo, la formazione che ha vinto in casa di Donadoni giocheranno sicuramente Fazio, Manolas e Rudiger, con Juan Jesus favorito su Mario Rui. Difficile l’impiego di Emerson, non al meglio per via di un problema al tendine. A metà campo sicuro Strootman, mentre davanti Nainggolan e Salah agirebbero alle spalle di Dzeko.

Per fronteggiare però il classico 3-4-3 dell’Atalanta, che sarà priva del ‘Papu’ Gomez squalificato, Spalletti potrebbe tornare a giocare con la difesa a tre. E in quel caso sulle fasce potrebbero esserci Mario Rui e Bruno Peres. Ma il tecnico toscano, che difficilmente rimarrà ancora sulla panchina giallorossa, potrebbe puntare anche su uno tra El Shaarawy e Perotti.