Rabbia, polemiche, contestazioni. E' un periodo delicatissimo per il calcio italiano ripiombato nel vortice dei sospetti, con gli avversari della Juventus che ciclicamente si ritrovano a contestare decisioni arbitrali a proprio sfavore. E, ultimamente, si sono ritrovati addirittura uniti nella polemica a distanza verso il presunto potere occulto bianconero. Aveva iniziato il Napoli in Coppa Italia, poi l'Inter e il Milan in campionato: tutti a denunciare gare condizionate da errori arbitrali a favore della Juventus.

Che a sua volta si è difesa, attaccando a propria volta. Un turbinio che ha spaccato le tifoserie d'Italia tra pro e contro ma che ha anche avuto un colpo di coda sarcastico sugli spalti del San Paolo in occasione di Napoli-Crotone per merito dei tifosi partenopei.

Rigore per la Juve – "Rigore per la Juve". Quattro parole per spegnere le polemiche più accese e stemperare un clima divenuto quasi irrespirabile. Ironia, la giusta medicina ai mali di questo calcio sempre ad un passo dal superare il filo del rispetto e della sportività. "Rigore per la Juve". Avrà fatto infuriare i tifosi bianconeri di tutt'Italia ma avrà ricevuto il plauso di chi si è sentito defraudato: Inter, Milan e  – ovviamente – Napoli. Tutti uniti a contestare risultati pro bianconeri figli di sviste dei direttori di gara più o meno decisivi.

Ironia dopo le polemiche – Un coro unanime cui si sono ritrovati a cantare sullo stesso piano musicale le tre grandi sconfitte dalla Juventus: Stefano Pioli che si lamenta nel dopo gara in campionato, De Laurentiis in quello di Coppa Italia e in ultimo, il Milan con il parapiglia a bordo campo tra giocatori. Errori, denunce, polemiche e dichiarazioni che hanno aizzato un clima violento. Non al San Paolo dove il sarcasmo ha prevalso su tutto il resto, trovando anche l'appoggio del patron dei partenopei, De Laurentiis: "Scudetto? Credo che ciò che oggi si è letto sulle tribune dello stadio parlino in maniera più chiara di me…"

La risposta del campo – Intanto, la risposta migliore è arrivata dal campo. Milan a parte, che si sta leccando ancora le ferite dell'anticipo di sabato contro la Juventus, Inter e Napoli hanno risposto vincendo i rispettivi match, a suon di gol. Tre ne ha segnati il Napoli contro il Crotone al San Paolo, ben sette ne ha rifilati l'Inter a San Siro alla sorprendente Atalanta di Gasperini, crollata nel confronto diretto con la squadra di Pioli per un posto al sole in Europa.