Il Napoli parte alla volta di Madrid, per andare a conquistare la Spagna in una campagna calcistica tra le più proibitive degli ultimi anni. Di fronte, i campioni d'Europa in carica, una squadra che vola in Liga, ha in seno il Pallone d'Oro e altri campioni che possono fare la differenza in qualsiasi momento. Non che gli azzurri di adesso siano nettamente inferiori, ma sulla carta la squadra di Maurizio Sarri paga un gap tecnico importante. Senza contare il clima intimidatorio che solo il Bernabeu delle grandi occasioni sa offrire a tifosi e giocatori avversari che provassero a profanare il tempio pagano del calcio continentale. Ma ci sarà anche chi al Bernabeu ci ha giocato, proprio con la maglia del Real e quell'ambiente lo conosce come se stesso: è Josè Callejon che ritornerà da avversario. Un avversario con il cuore pieno di amore per la sua città, tanto che se dovesse segnare, non esulterà.

Gol senza esultanza – I tifosi del Napoli provano a non credergli. Per farlo, lo vogliono vedere. Vogliono vedere se Josè Maria Callejon butterà la palla in fondo al sacco e se davanti al suo ex pubblico esulterà o no per un gol che sarebbe di vitale importanza per il futuro europeo del Napoli. Una curiosità che si aspettano di soddisfare possibilmente sia nella gara d'andata che in quella di ritorno, giusto per non farsi mancare nulla. Intanto, lui conferma in conferenza pre gara che non alzerà le braccia al cielo: "Se segno non esulto, ho grande rispetto per il Real, il Bernabeu e i suoi tifosi. Il mio sogno era giocare con il Real e ci sono riuscito – ha confessato a Onda Cero – Tuttavia non avevo molto spazio ed io volevo continuità d'utilizzo. Napoli è stata una buona scelta in tal senso per me"

L'invasione azzurra – Intanto, i tifosi hanno invaso in massa Madrid, un vero e proprio esodo azzurro malgrado i costi della trasferta e dei biglietti per entrare al Bernabeu. Dove ci sarà uno spicchio di stadio colorato d'azzurro. Un'invasione pacifica per seguire la squadra nella sua trasferta più entusiasmante. Un amore che si è fatto sentire sin da Castelvoturno da dove è partito il pullman del Napoli per imbarcarsi poi alla volta di Madrid. Dove ci sarà anche un capotifoso d'eccezione: Diego Armando Maradona, invitato dal club partenopeo per l'occasione.