Alvaro Morata nonostante possa vincere due trofei nelle prossime settimane e nonostante abbia realizzato una ventina di gol in questa stagione è uno degli scontenti del Real Madrid. Dopo aver battibeccato con Zidane in più di un’occasione e dopo aver fatto capire che la prossima stagione potrebbe andare via, l’ex juventino domenica scorsa nel match con il Siviglia non ha preso bene la sostituzione e non ha stretto la mano al tecnico francese, che gliela stava porgendo, mentre usciva dal campo.

Le immagini, trasmesse da ‘Deportes Cuatro’ e ‘Jugones’ e riprese da ‘As’, non lasciano molti dubbi ad ogni tipo di interpretazione. Al 61’, sul punteggio di 2-1 per il Real, Zidane toglie Morata, al suo posto entra Lucas Vazquez. L’ex juventino esce dal campo, si avvia verso la panchina e ignora bellamente il suo allenatore. Morata non guarda nemmeno in faccia Zizou, non gli dà la mano e tira dritto verso i compagni seduti in panchina. Un brutto gesto quello di Alvaro, che di sicuro riceverà una pesante multa.

L’annata forse se la immaginava diversa Morata, ma Zidane gli ha preferito molto spesso Benzema. La scelta certamente non pare peregrina. Il francese è un grande bomber, ha realizzato valanghe di gol, ha un grande feeling con Cristiano Ronaldo ed è stato fondamentale nei tanti trionfi del Real di tutti questi ultimi anni. Il malumore di Morata è enorme e adesso è venuto fuori in modo molto forte. La tempistica è anche molto particolare, perché il Real in questo momento sogna il ‘doblete’ a pochi giorni dalla finale di Champions con la Juventus, che si giocherà a Cardiff il prossimo 3 giugno, e dalla probabile vittoria della Liga. Sullo sfondo ad osservare la situazione c’è il Chelsea, Conte lo acquisterebbe molto volentieri e spera di sfruttare il pessimo rapporto di Morata con Zidane.