Ormai non è più una casualità o un fatto sporadico: il derby di Madrid nella massima competizione europea è presenza fissa e assume sempre più prestigio. Quando Ian Rush ha estratto le bussole con i nomi del Real Madrid e dell'Atletico Madrid sono riaffiorate le ultime stagioni di Champions League: quello della capitale spagnola è sempre più il derby d'Europa e sarà l'ennesima puntata di uno scontro storico. L'urna di Nyon ha messo nuovamente di fronte l'Atletico al Real, giustiziere dei cugini colchoneros nella finale di Lisbona del 2014, in quella di Milano dello scorso anno, nei quarti di finale del 2015 e nelle semifinali della Coppa dei Campioni 1958/1959.

Se riavvolgiamo il nastro degli ultimi tre incroci possiamo notare solo una rete del Chicharito Javier Hernandez che ha permesso alle merengues di eliminare Diego Simeone in una doppia sfida nel torneo continentale. A differenza di due anni fa, questa volta la gara di andata si giocherà al Santiago Bernabeu mentre il ritorno si disputerà al Vicente Calderón. Sarà l'ultima notte di Champions League nel feudo colchonero prima del trasferimento al Wanda Metropolitano: potrebbe essere una separazione trionfale per l'Atletico o una disfatta difficile da cancellare. Le sconfitte ai supplementari nelle finali di Lisbona, dopo il goal in extremis di Sergio Ramos nel 93′, e di Milano, ai calci di rigore, gridano vendetta una volta per tutte contro l'eterno nemico ma il Real in questa competizione si sente a casa e la gioca con una disinvoltura non comune alle altre big d'Europa. Il Vicente Calderon sarà un catino infernale in una notte che rimarrà nella storia qualsiasi cosa succederà.

Dal canto suo la banda di Zinedine Zidane vuole provare a fare ciò che non è mai riuscito a nessuno, ovvero vincere due Champions League consecutivamente. Per riuscire in quest'impresa Cristiano Ronaldo & co., che gli garantirebbe un posto nella storia della competizione e del club, dovranno battere l'Atletico. Si tratta del quinto scontro tra le due squadre di Madrid nella massima competizione europea che ha visto sempre trionfare i blancos: il Real è alla ricerca della dodicesima coppa mentre l'Atletico è alla ricerca della prima affermazione, ma c'è un derby da superare prima della finale del 3 giugno a Cardiff dove soltanto una potrà esserci.

Semifinali di Coppa dei Campioni 1958/59.

Il Real vince 2-1 la sfida d'andata con goal di Héctor Rial (15′) e Ferenc Puskás (rig. 33′) dopo la rete di apertura di Chuzo (13′), ma al ritorno l'Atlético si impone 1-0 con Enrique Collar. Nella gara di ripetizione giocata sei giorni più tardi a Saragozza, il goal di Alfredo Di Stéfano in avvio viene vanificato dal pareggio di Collar, ma Puskás firma il 2-1 e porta il Real alla quarta finale consecutiva.

Finale di UEFA Champions League 2013/14.

L'Atletico va in vantaggio con Godin e quando ha le mani sulla coppa dalle grandi orecchie arriva la rete di Sergio Ramos al 93′. Tre goal ai supplementari suggellano la tanto attesa ‘Décima' del Real Madrid: Bale, Ronaldo e Marcelo mettono la firma sulla Champions League targata Carlo Ancelotti.

Quarti di finale di UEFA Champions League 2014/15.

Dopo 178 minuti a reti bianche, la squadra di Carlo Ancelotti segna il goal decisivo grazie al Chicharito Hernández dopo una volata in area di Cristiano Ronaldo. L'Atlético chiude in 10 uomini la sfida del Bernabeu per l'espulsione di Arda Turan.

Finale di UEFA Champions League 2015/2016.

La finale di Milano porta in dote l'ennesimo derby di Madrid e a vincerlo sono sempre le merengues: Sergio Ramos porta in vantaggio gli uomini di Zidane ma nella ripresa Yannick Carrasco rimette la situazione in equilibrio. Griezmann calcia un rigore sulla traversa prima del goal del pareggio e spreca un'occasione d'oro. La sfida si trascina fino al 120′ e le due squadre si contendono la coppa ai penalty: fatale l'errore di Juanfran per l'Atleti del Cholo.