Zlatan Ibrahimovic in maglia azzurra Napoli, un sogno destinato a rimanere tale. Parola di Mino Raiola, plenipotenziario manager del fuoriclasse svedese attualmente in forza al Manchester United ma che al 30 giugno 2016 sarà libero a parametro zero. Come tale, Ibrahimovic potrebbe firmare un contratto con qualunque squadra fin da ora: e le pretendenti non mancano di certo.

Una di queste sembrava essere il Napoli: la squadra di De Laurentiis sembrava essere davvero una delle possibili pretendenti, tanto che in città in molti avevano già sognato l'arrivo dello svedese come colpo di mercato per la prossima stagione. Ma in realtà il sogno sembra destinato a rimanere tale, come riportato anche da Mino Raiola, intervistato da Radio Kiss Kiss. "Lasciate perdere", il commento secco del procuratore dello svedese, "Zlatan non verrà a Napoli, questo sogno non si realizzerà".

Un sogno, dunque, stroncato sul nascere. In realtà, però, non è ancora detta l'ultima parola. Ibrahimovic ha sempre speso parole al miele per Napoli ed il Napoli, e non è detto che alla fine il "matrimonio" non possa combinarsi davvero. Appena pochi giorni fa, lo stesso Zlatan aveva detto: "Io al San Paolo? Perché no, non si sa mai. Con il Manchester United ho firmato per un anno con opzione sul secondo, vedremo". Parole che avevano subito acceso le speranze partenopee, visto che anche in passato erano arrivate diverse aperture. Nel 2016, ad una cena con De Laurentiis disse: "Amo tantissimo Napoli, spero di chiudere la carriera vincendo uno Scudetto con la maglia azzurra. Sono l'epigono di Maradona e voglio eguagliare il mio mito vincendo il terzo tricolore". Per ora, comunque, sembrano destinate ad essere soltanto parole. Ma mai dire mai, quando si parla di Ibra. Del resto, il 30 giugno non è poi così lontano.