Gonçalo Guedes sarà un nuovo giocatore del Paris Saint-Germain. L'attaccante classe 1996 del Benfica, secondo A Bola, avrebbe trovato l'accordo per il trasferimento al club transalpino, presso l'Estadio da Luz, dopo un incontro con Patrick Kluivert, direttore sportivo dei parigini. Il giocatore era legato alle Águias fino al 2021 con una clausola di rescissione di 60 milioni di euro ma al club portoghese andranno 30 milioni per il cartellino del calciatore che dovrebbe firmare un contratto fino al 2022. Sbaragliata la concorrenza del Manchester United, molto interessato al calciatore.

Dopo gli arrivi di Giovani Lo Celso, bloccato dalla scorsa estate, e Julian Draxler, preso in questa sessione da Wolfsburg; il Paris Saint-Germain mette le mani su un altro autentico gioiello. Scopriamo insieme chi è Gonçalo Guedes.

Prodotto del Benfica.

Ha iniziato nelle giovanili, scalando tutti le categorie e approdando in prima squadra nell'ottobre del 2014, a soli 17 anni, grazie a Jorge Jesus. Nella stagione 2015/16 è utilizzato con più regolarità e diventa il portoghese più giovane a segnare in Champions League sul prato dell'Atlético Madrid (1-2) a poco più di 18 anni. Dall'inizio dell'anno e fino al ritorno di Jonas dall'infortunio era l'attaccante titolare al fianco di Kostas Mitroglou o Raul Jimenez. Come Renato Sanches, venduto in estate 2016 al Bayern Monaco per 35 milioni di euro premi esclusi, Guedes è uno dei simboli della nuova politica del club, che vorrebbe fare affidamento sul talento dal suo settore giovanile.

Il PSG lo segue da tempo.

La squadra francese, che dovrebbe pagare 30 milioni di euro per il suo cartellino, è sulle tracce del portoghese da molto tempo. Nel dicembre 2013, la squadra parigina aveva già notato Guedes durante la sua formidabile Youth League della stagione 2013/14. Il Monaco aveva mostrato interesse così come Barcellona, Real Madrid, Chelsea, Manchester City, Manchester United, Arsenal, Inter, Valencia e Milan. L'unico problema per il Paris Saint-Germain sarà l'impossibilità di schierarlo in Champions League.

La Seleção nel futuro.

Il giovane ha fatto la sua prima apparizione con la maglia della nazionale portoghese a 15 anni. Ha effettuato anche qui tutta la trafila fino alla consacrazione: 2 presenze con la selezione A nel novembre 2015, durante le partite amichevoli contro la Russia (1-0) e il Lussemburgo (0-2). In questo momento può sembrare un elemento non troppo importante per la sua nazionale ma la generazione campione d'Europa presto andrà in pensione. Quello sarà il suo momento.