Si dice da sempre che un giocatore non fa una squadra. Nemmeno Maradona poteva vincere da solo le partite. Fondamentalmente è vero, e la conferma la si è avuta nello scorso Europeo quando il Portogallo pur perdendo la propria stella, CR7, è riuscita a salire sul tetto d’Europa lo stesso. C’è un’eccezione però che conferma la regola e non è rappresentata da Messi, Ibrahimovic o Neymar, ma dal centrocampista N’Golo Kanté, che molto probabilmente diventerà il primo calciatore a vincere per due anni di fila la Premier League con due squadre diverse.

Kanté nell’estate 2015 da signor nessuno passa al Leicester e rapidamente diventa un giocatore fenomenale agli ordini di Ranieri. I tifosi delle ‘Foxes’ coniano per lui uno striscione memorabile: “La terra è fatta al 70% d’acqua e al 30% di Kanté”. Lui dopo aver vinto il titolo riparte dal Chelsea, e il destino di queste due squadre cambia in modo incredibile. Il Leicester fino a pochi giorni fa era in piena zona retrocessione, mentre il Chelsea è passato da un campionato anonimo al dominio assoluto ed ha un vantaggio di dieci punti sulle principali inseguitrici. Il merito sia chiaro non è solo di Kanté, ma il suo passaggio ha sposato e non poco gli equilibri.

Il gol realizzato nel quarto di finale di FA Cup con il Manchester United è stato molto bello e soprattutto determinante. Phil Neville, ex gloria dei Red Devils, oggi opinionista ha detto: “Kanté è un 6, un 8 e un 10 al tempo stesso. Sono tre giocatori in uno”. E sull’onda dell’entusiasmo quelli di squawka.com hanno deciso di capire in quale posizione si classificherebbe in Premier League una squadra formata da 11 Kanté. Per scoprirlo hanno creato una squadra con undici giocatori con le stesse caratteristiche del francese nel gioco manageriale Football Manager.

10° posto in classifica in Premier League per il Kanté F.C.
in foto: 10° posto in classifica in Premier League per il Kanté F.C.

Il Kante FC, formato da undici cloni del centrocampista con valori identici ai suoi, ad eccezione del portiere perché altrimenti sarebbe stato troppo debole, schierato con il 4-2-3-1 chiude la Premier con 48 punti al 10° posto, 54 gol realizzati, 55 quelli subiti e quattro vittorie prestigiose (con Liverpool due volte, Manchester United e Arsenal). In attesa di vedere una squadra formata da 11 Kanté il francese incassa i complimenti di Frank Lampard che lo ha definito il miglior centrocampista del mondo.