Giocando con la propria nazionale Arkadiusz Milik si è rotto il crociato ed ha perso metà della stagione. Il commissario tecnico della Polonia Adam Nawalka attende il suo bomber da tempo e per fargli sentire la propria fiducia ha deciso di convocarlo per le prossima partita che disputerà la nazionale polacca nel mese di marzo, nonostante Milik non segni da settembre e nonostante sia stato schierato poche volte da Sarri in queste ultime settimane. Un bel modo di rafforzare il legame tra l’ex Ajax e la propria nazionale, in cui Milik (autore di 7 gol con il Napoli) è la spalla di Lewandowski.

Milik è uno dei sette ‘italiani’ selezionati da Nawalka. Gli altri sono i portieri Szczesny (Roma) e Skorupski (Empoli) che si giocheranno il posto con il titolare Fabianski dello Swansea, i difensori Bereszynski della Sampdoria e Cionek del Palermo e i centrocampisti Linetty (anch’egli giocatore blucerchiato) e l’altro napoletano Zielinski, autore già di quattro gol in campionato. Naturalmente nell’elenco c’è anche Robert Lewandowski, bomber principe della Polonia che con i suoi gol cercherà di riportare ai Mondiali la sua nazionale.

La squadra di Adam Nawalka, che domenica 26 marzo affronterà Montenegro a Podgorica, è messa molto bene nelle Qualificazioni a Russia 2018 in un girone molto equilibrato. I polacchi hanno ottenuto tre vittorie e un pareggio ed hanno 10 punti e precedono proprio Montenegro, che di punti ne ha 7. Terza in classifica la Danimarca (6), poi Romania (5), Armenia (3) e Kazakistan (2).

I convocati della Polonia:

Portieri: Fabianski (Swansea), Szczsesny (Roma), Skorupski (Empoli).

Difensori: Piszczek (Borussia Dortmund), Glik (Monaco), Rybus (Lione), Cionek (Palermo), Bereszynski (Sampdoria), Lewczuk (Bordeaux).

Centrocampisti: Blaszczykowski (Wolfsburg), Grosicki (Hull City), Krychowiak (PSG), Zielinski (Napoli), Linetty (Sampdoria), Wszolek (QPR).

Attaccanti: Lewandowski (Bayern Monaco), Milik (Napoli), Teodorczyk (Anderlecht), Wilczek (Brondby).