Nella sua eccezionale carriera ha vestito sia la maglia del Milan che quella della Juventus. Andrea Pirlo non poteva esimersi dal commentare quanto accaduto nell’ultimo incrocio di campionato tra i bianconeri e i rossoneri che ha lasciato un lunghissimo strascico di polemiche. Il rigore concesso nel recupero a Dybala per un fallo di mano in area di De Sciglio ha scatenato le proteste della squadra di Montella che negli spogliatoi ha sfogato la sua rabbia, con alcuni danni all’arredo. Reazioni inferocite, dichiarazioni al vetriolo e anche prese di posizione che a quanto pare sono destinate a durare a lungo. Grande curiosità dunque per il punto di vista dell'esperto giocatore bresciano, alla luce della sua proverbiale pacatezza e correttezza.

Questo il parere di Andrea Pirlo sull’episodio incriminato, che a suo giudizio non lascia spazio a particolari dubbi: “Rigori così si danno e non si danno, l’ha dato, ci stava. De Sciglio l'ha presa con la mano. E comunque è a discrezione dell’arbitro. L’altro giorno con il Barcellona in una situazione simile non l’ha dato". Il centrocampista, doppio ex, è reduce dal bel successo con la maglia del New York City sul DC United nell'ultimo match di Major League Soccer, che ha cancellato al delusione per il ko di inizio stagione contro l’Orlando dell’altro ex Milan Kakà. A giudizio del campione del mondo dunque ha fatto bene l’arbitro Massa a sanzionare l’intervento di De Sciglio con il calcio di rigore. Pur giustificando l’intervento del calciatore del Milan, e anche le proteste, Pirlo promuove la decisione arbitrale: “Difficile arrivare in corsa e non essere in posizione un po’ scomposta – riporta Tuttosport – Da calciatore prendere un rigore al 95’, all’ultimo secondo dà sempre fastidio, però la mano c’era".