Andrea Pirlo ha disputato più di una finale di Champions League, qualche volta ha vinto e qualche volta purtroppo ha perso, di finali ne ha giocate pure due con la nazionale, anche qui il bilancio è in parità: trionfo ai Mondiali, pesante ko all’Europeo. Di esperienza il centrocampista bresciano ne ha tantissima ed essendo anche un saggio dà coraggio alla Juventus che, secondo lui, eliminare il Barcellona nei quarti di finale di Champions League. Nell’intervista rilasciata a ‘Sport’ il fenomenale regista spiega perché i bianconeri possono passare il turno

Questa Juve ha le capacità per eliminare il Barcellona. La sfida del 2015 e quella di adesso saranno diverse. Sarà un’altra Juve e sarà un altro Barcellona. Inoltre, questa volta non è una finale, ma è un turno eliminatorio di 180 minuti. Penso che vedremo un buon calcio.

Pirlo, come Allegri, ritiene che se i campioni d’Italia vogliono andare fino alla finale di Cardiff devono provare a guadagnarsela battendo anche le squadre più forti, e sconfiggere il Barcellona non è impossibile perché questa Juve è già una squadra forte e che può giocarsela alla pari con Messi e compagni

La Juventus ha una squadra molto forte e se vuole raggiungere, la finale si deve giocare contro i migliori. Non credo che sia una squadra in costruzione, hanno grandi giocatori, sta cercando di trovare il giusto equilibrio.

Il trentasettenne ex calciatore dei New York City, che contro il Barcellona ha perso una finale di Champions proprio con la maglia bianconera due anni fa, elogia due calciatori della Juventus, tra questi c’è anche un insospettabile. Gli elogi a Mandzukic sono abbastanza prevedibili, rispetto a quelli all’ex genoano Rincon: “Il lavoro di Mandzukic è essenziale per giocare con i quattro attaccanti. Mi piace molto Rincon, è un giocatore importante, può aiutare e dare tanto se l’allenatore lo fa giocare”.