Lunedì scorso il presidente Enrico Preziosi in un’intervista rilasciata ad un’emittente televisiva genovese ha dichiarato che al massimo nel giro di una settimana avrebbe ceduto il Genoa. L’imprenditore però non ha voluto dire chi sarà il nuovo proprietario. Naturalmente sono stati fatti tanti nomi e adesso secondo quanto riferisce il ‘Corriere della Sera’ pare che un pensierino allo storico club rossoblu lo abbia fatto Pier Silvio Berlusconi.

Silvio Berlusconi, che dopo trentuno anni ha ceduto il Milan, ha ricevuto un’imbeccata da parte del suo medico personale il dottor Alberto Zangrillo, noto tifoso rossoblu, che gli avrebbe chiesto di ritornare nel mondo del calcio e di comprare il Genoa. L’ex Cavaliere è parso dubbioso, mentre il figlio ha iniziato a pensarci in modo concreto. Con la Liguria Pier Silvio ha un rapporto intenso, perché a Portofino è di casa e il suo primogenito Lorenzo Mattia spesso è stato immortalato con la maglia del Genoa.

La tentazione di Pier Silvio è forte, anche se la sorella Marina ha fatto sapere che Fininvest, dopo la vendita del Milan, non avrebbe più sborsato un euro per il calcio. E quindi il rampollo di casa Berlusconi se vuole investire nel Genoa lo dovrà fare utilizzando il proprio patrimonio personale. Preziosi ha provato a spegnere le voci riguardanti l’interesse della famiglia Berlusconi: “Mi sarebbe piaciuto, so che Zangrillo ha spinto molto, ma io con la famiglia Berlusconi non ho avuto contatti diretti”.

Non si può comunque escludere nulla perché nelle varie ricostruzioni fatte è stato tirato in ballo anche Adriano Galliani, che era già stato avvicinato al Grifone mesi fa. Si è detto anche che l’ex a.d. rossonero possa entrare in società con Pier Silvio o con Marco Bogarelli. Galliani commentando queste voci ha detto: “La mia fedeltà a Silvio Berlusconi è assoluta”. E ciò potrebbe significare che se Berlusconi junior chiamerà, Galliani potrebbe rispondere presente.