La Premier League è partita letteralmente con il botto. Dopo il 4-3 dell’Arsenal al Leicester c’è stato un favoloso 3-3 tra il Watford e il Liverpool. Klopp va via dal Vicarage Road con tanta rabbia, perché il gol del pari i londinesi lo hanno realizzato in pieno recupero. La partita è stata contrassegnata da tanta ‘italianità’. Perché hanno segnato Stefano Okaka, l’ex napoletano Britos e Salah, che ha esordito segnando in Premier League.

Watford-Liverpool, gol di Okaka.

Il Liverpool tra pochi giorni sarà impegnato nel preliminare di Champions League. In parecchi pensavano che Klopp avesse già una squadra pimpante con cui poter fare incetta di vittorie in questa prima parte di campionato e invece due ex giocatori della Roma rendono pessimo l’avvio della Premier dei Reds. Dalla bandierina il greco Holebas pennella per Okaka, che di testa fredda Mignolet. Il Liverpool risponde e trova subito il pari con uno dei suoi migliori giocatori l’ex Southampton Mané, che dribbla Gomes e festeggia il primo gol del nuovo campionato. Doucuré riporta avanti il Watford prima dell’intervallo, che termina 2-1.

Salah esordio e gol in Premier, Britos fa 3-3.

Negli spogliatoi Klopp si fa sentire, il Liverpool nella ripresa è un’altra squadra. Proprio il nuovo acquisto Salah è quello che appare più trasformato. L’egiziano si procura un rigore, che il brasiliano Firmino, il falso nueve del Liverpool, trasforma. Due minuti più tardi Salah sfrutta un pallonetto di Firmino e da due passi non può sbagliare, sorpasso e 3-2.

L’uno-due sembra definitivo. Ma la difesa del Liverpool scricchiola, come dimostra il clamoroso scontro tra Mignolet e Lovren. Al 93’ sugli sviluppi di un corner l’ex del Napoli Britos in una mischia furibonda firma il gol del 3-3. Due punti persi per il Liverpool, un punto meritatissimo per il Watford.