Il Psg è sceso in campo ha vinto e giocato. Neymar è sceso in campo, è stato presentato, festeggiato e ha salutato i propri tifosi. Ma in un giorno di gloria per il club parigino purtroppo c'è stato anche spazio per il lato oscuro del trasferimento di Neymar jr dal Barça al Psg. Le dichiarazioni del padre-agente, Neymar senior che non ha perso tempo nel raccontare la sua versione e spiegare i motivi della partenza dalla Spagna. Tra cui sembrerebbe ci sia anche Leo Messi.

Il Neymar Day tra luci e ombre.

La festa al Parco dei Principi.

Il padre-agente di Neymar proprio oggi ha approfondito il ragionamento che si cela dietro la partenza di suo figlio da Barcellona verso i giganti della Ligue1, il Parigi Saint-Germain. Mentre Neymar veniva osannato dal suo nuovo pubblico al Parco Dei Principi, dopo settimane di intensa speculazione che circondano il futuro della superstar brasiliana Neymar che ha lasciato il Camp Nou, in un affare da oltre 600 milioni, Neymar senior ha raccontato la sua verità.

La verità di Neymar Senior.

Tantissime le speculazioni sui motivi per cui Neymar ha lasciato il Barcellona, in primis i massicci salari offerti a Parigi con un raddoppio dello stipendio e altre entrate derivanti da sfruttamento dell'immagine, sponsor e merchandising. Oltre per una sfida personale di portare la Champions League a Parigi.

La verità: via da Parigi per ‘colpa' di Messi.

Leo, l'unica grande stella azulgrana.

Ma la verità da parte del padre-agente è un'altra: si è creato il presupposto perfetto, per la prima volta, di uscire dall'ombra della leggenda in azulgrana di Lionel Messi. E il padre di Neymar ha rivelato oggi che questa è la nuda verità. Parlando in un'intervista a Cope, l'agente di Neymar ha spiegato: "Immagina un posto dove sei il protagonista di un club, dove sei l'idolo di quel club e tutti vogliono trasformarti nella stella del club, ma tu non vuoi esserla. Perché al Barcellona Messi è la stella e sarà sempre la star. Non solo per l'amore e il rispetto che Neymar ha per Leo, è il suo idolo, allora ha deciso di andar via".

Togliersi dall'ombra della Pulga.

"Immaginate che tutti dicano che Neymar deve essere il sostituto di Messi, ma lui non vuole essere il suo sostituto. L'unica strada da percorrere è lasciare tranquillo Messi, perché è l'attuale idolo a Barcellona". Così Neymar ha dovuto accettare Parigi: "Neymar ha dovuto prendere una propria strada e accettare la sfida che oggi Parigi è. Penso che mio figlio sia stato un uomo vero e leale, ha mostrato rispetto a Messi e ora deve fare a suo modo"

La sfida totale: il Pallone d'Oro.

Per Neymar Senior, il rischio è evidente ma O'Ney è pronto a prendersi gli oneri e gli onori del caso: "Poteva andare in qualsiasi altro club e essere al centro della scena ma andando a Parigi sta assumendo un rischio. Può il PSG garantirgli il Ballon d'Or? No. Ed è pazzia credere che abbia fatto questa scelta per quello: era più facile conquistarlo stando a Barcellona"