Quanto guadagna il Napoli in Champions. Molto dipenderà dall'esito del playoff contro il Nizza considerata la larga differenza di introiti in caso di accesso alla fase a gironi oppure di fallimento e retrocessione in Europa League. Nella seconda eventualità – quella che fa accapponare la pelle nel ricordo di quanto accadde contro l'Athletic Bilbao – gli azzurri incasserebbero solo una sorta di paracadute di 5 milioni di euro, iscrivendosi di fatto al montepremi della ‘coppa minore'.

Quanto incassa il Napoli se accede ai gironi di Champions.

Quanto incassa il Napoli se batte il Nizza e arriva al sorteggio del 24 agosto a Montecarlo per la composizione dei gruppi di Champions. La somma prevista è di 28.87 milioni di euro, una cifra alla quale andrebbero aggiunti oltre i bonus relativi alle 6 gare dei gironi (1.5 milioni a vittoria, 500 mila euro per il pareggio, fino a un massimo di 9 milioni di bonus) anche i proventi degli incassi al botteghino.

Napoli in seconda fascia se va al sorteggio col Siviglia eliminato.

Attualmente, in caso di sorteggio, il Napoli figura in terza fascia con un coefficiente Uefa di 88.666 punti ma salirebbe in seconda se il Siviglia venisse eliminato ai playoff. Cosa significa? Evitare un'estrazione terribile con la possibilità di ritrovarsi in un gruppo di ferro.

Come si arriva al minimo garantito dei 28.87 milioni.

Il tesoretto viene incrementato anzitutto dai 12 milioni fissi per le prime sei partite e dai 7.5 milioni di quota fissa del market pool, con una quota variabile in caso di mancata qualificazione agli ottavi di finale di 9.37 milioni.

Cos'è il market pool.

E' la ridistribuzione dei diritti televisivi tra i club di ogni nazione e competizione compiuta dalla Uefa. Per quanto riguarda l’Italia la somma a disposizione è di circa 100 milioni di euro che viene così spacchettata: i primi 50 milioni vengono divisi in parti fisse in base al piazzamento in campionato (25 alla Juve, 17.5 alla Roma e 7.5 al Napoli con i partenopei ammessi alla fase a gironi).

La ripartizione variabile in base al cammino delle italiane.

Gli altri 50, invece, vengono ripartiti in modo proporzionale alle gare giocate dalle tre italiane e dal loro cammino in Champions. Complessivamente, il market pool oscilla tra 16.87 e 33.5 milioni. Qualificarsi agli ottavi di finale garantisce 6 milioni, i quarti ne valgono 6.5, le semifinali altri 7.5. Disputare la finale – che in questa edizione della Champions si giocherà a Kiev, in Ucraina – vale 11 milioni, vincerla può portare nelle casse altri 15.5 milioni.

La somma massima di 90 milioni.

Dunque, conti alla mano, in caso di qualificazione alla fase a gironi il Napoli potrebbe contare su un minimo garantito di 28.87 milioni (se chiude il girone a 0 punti mentre le Roma e Juventus vanno in finale) oppure sulla somma di 90 milioni (vince le 6 gare nel girone, Juve e Roma eliminate a dicembre, avanza in Coppa).