Il Napoli ha battuto 2-0 il Nizza nella gara d’andata dei playoff di Champions League. Il risultato è più che positivo per la squadra di Sarri che ha vinto con due gol di scarto e ha mantenuto la porta inviolata. Nell’ambiente partenopeo però non c’è tanta soddisfazione. Perché il Napoli ha creato un numero impressionate di palle gol e poteva vincere con uno scarto maggiore, che avrebbe probabilmente deciso in modo quasi definitivo la contesa. Di questa opinione è anche Dries Mertens, autore del gol che ha sbloccato l’incontro.

Mertens, il 2-0 è troppo poco.

Soddisfatto per la prestazione di squadra e per l’appoggio dei tifosi, il San Paolo era tutto esaurito, il belga però è deluso per il risultato finale. Perché per quanto prodotto il Napoli poteva vincere con maggiore scarto: “Era molto importante e la squadra ha giocato, ha dato tutto. Lo stadio pieno è stato bellissimo, ma alla fine il 2-0 è troppo poco. Non è male, ma se vediamo la partita è troppo poco”.

Mertens, la nazionale e il calcio di Sarri.

A metà ripresa Mertens ha lasciato il posto a Milik, che adesso è la sua riserva. Il belga ha parole dolci per il suo compagno d’attacco, ma dice anche che avrebbe voluto giocare tutta la partita

Il nostro gioco mi permette di toccare tanti palloni e sono contento per questo. Quando ho visto il cambio sì, Milik deve giocare, c’erano tanti spazi e volevo continuare, anche perché volevo essere importante per la squadra.

Il trentenne attaccante ha parlato anche della nazionale belga e ha detto che ha deciso di rimanere a Napoli perché il calcio di Sarri è esaltante

Giochiamo bene, io sono rimasto qui perché giochiamo un bel calcio. La nazionale? Non so che ruolo occuperò. Io voglio giocare, è questa la cosa più importante. Giochiamo con due giocatore dietro la punta e mi fa piacere anche così.

Sarri: "Anacronistiche panchine Uefa di 7 uomini"

Il tecnico del Napoli nel post partita contro il Nizza ha analizzato la prestazione dei suoi ed è parso soddisfatto di quanto visto in campo

Abbiamo fatto il meglio che si può fare in questo momento della stagione. Ci è mancato un pizzico di lucidità sotto porta e anche un po' di fortuna, abbiamo preso un palo e una traversa. Peccato per gli ultimi 10′ in superiorità numerica, ma dalla panchina ho preferito preservare i miei centrocampisti.

Il tecnico napoletano ha parlato dell'atteggiamento molto difensivo dei francesi e di come la concorrenza possa far bene ai suoi in questa fase della stagione

Non ci aspettavamo che giocassero a 5 dietro e nell'intervallo abbiamo ripassato certi movimenti, che abbiamo migliorato nella ripresa. Avevo paura della fase iniziale del match, loro potevano essere più brillanti di noi dato che sono più avanti nella preparazione. Turnover in vista delle gare ravvicinate? Giocare spesso ci può fare bene in questo momento della stagione.

Infine Maurizio Sarri tira le orecchie alla Uefa: "Mi sembra anacronistico che tengano le panchine con 7 uomini. Sarebbe l’ora di poter portare più uomini così come hanno introdotto il quarto cambio ai supplementari".