Il mercato del Napoli deve ancora decollare. Nonostante le diverse trattative che il direttore sportivo Giuntoli sta seguendo insieme al presidente De Laurentiis, dalle parti di Castel Volturno non è ancora arrivata nessuna faccia nuova. A pochi giorni dall'inizio del ritiro di Dimaro, la squadra sarà in Trentino dal 5 luglio, il club partenopeo è ancora a caccia del primo acquisto ufficiale di questa estate. A preoccupare maggiormente l'entourage di Maurizio Sarri, è l'attuale mancanza di un sostituto di Callejon: giocatore spremuto nella scorsa stagione e senza valide alternative in panchina. Dopo aver valutato alcuni profili già noti ai tifosi napoletani (ad esempio, il milanista Suso), secondo il quotidiano campano "Il Mattino", Giuntoli e De Laurentiis sarebbero tornati alla carica sul mercato italiano e avrebbero pensato a Federico Di Francesco.

L'affare Berenguer in stand by.

L'attaccante del Bologna, figlio nel nuovo allenatore della Roma, è reduce da una stagione al di sopra delle attese ed è stato valutato positivamente dal tecnico azzurro. Complice l'ottimo rapporto tra le due società, la strada che porta all'eventuale trattativa non è per nulla in salita, nonostante il forte interessamento del Torino di Sinisa Mihajlovic. Il Bologna valuta Di Francesco dieci milioni di euro: una cifra ritenuta adeguata dalla società di Fuorigrotta, che nel frattempo osserva da lontano la situazione intorno all'esterno dell'Osasuna Alex Berenguer. Secondo fonti spagnole, rilanciate dal "Diario de Navarra", il club partenopeo avrebbe chiesto una decina di giorni per presentare l'offerta ufficiale per il giocatore classe '95. Uno stallo che potrebbe anche nascondere un cambio di rotta e un "all in" sul figlio d'arte rossoblu.