Tre partite, tre sconfitte. Non poteva cominciare peggio il campionato del West Ham: atteso nelle prossime ore dal match contro il neopromosso Huddersfield. Anche una vittoria con la squadra del West Yorkshire, non riuscirebbe però a ricomporre la frattura profonda che si è creata tra la dirigenza e il tecnico Slaven Bilic: ormai nel mirino anche della tifoseria degli "Hammers". La drammatica situazione della squadra, ha così convinto il club a guardarsi intorno e a cercare un nuovo allenatore per la prossima stagione. Nel giorno dell'esonero di de Boer, secondo il tabloid "Daily Express", gli occhi della società inglese si sarebbero così posati su un'altro tecnico italiano: Maurizio Sarri. Il tecnico dei partenopei, legato alla società di De Laurentiis da un contratto di due anni e da una clausola rescissoria di poco superiore agli otto milioni di euro.

L'ambizioso progetto del West Ham.

Dopo aver pensato ad un altro ex tecnico del Napoli (Rafa Benitez, che però non vuol lasciare il Newcastle), il club del presidente David Sullivan avrebbe dunque scelto Sarri per la Premier League 2018/19 e sarebbe pronto a pagare la clausola rescissoria per liberare il 58enne allenatore napoletano. Un progetto ambizioso, difficile da portare a termine, ma non impossibile poiché fu lo stesso Sarri a dichiarare di voler provare anche lui un'esperienza lontano dall'Italia così come hanno fatto molti altri suoi colleghi: "Credo ci siano le basi per poter vincere a Napoli, poi dopo mi piacerebbe lavorare all'estero". Con Slaven Bilic in scadenza di contratto e ai ferri corti con la società, dopo il recente mercato estivo contestato dal manager croato, i tifosi degli "Hammers" stanno dunque cominciando a sognare lo sbarco nella capitale inglese del mister campano.