Sono giorni decisivi in casa Napoli, e non solo per la corsa verso il secondo posto dietro alla Juventus. A poche ore dalla sfida con il Sassuolo, i rinnovi di Lorenzo Insigne e Dries Mertens tengono ancora banco. C'è ottimismo per entrambi i giocatori. Per Insigne c'è già l'accordo e, in pratica, manca solo la firma. Per il belga, invece, De Laurentiis conta di chiudere a breve. Entrambi, ovviamente, saranno in campo contro la squadra di Di Francesco che, all'andata, riuscì a strappare un prezioso pareggio al San Paolo. A soli due punti dalla Roma, l'obiettivo di chiudere al secondo posto ha dunque entusiasmato la tifoseria: pronta a fare la sua parte in questo finale di campionato. Al "Mapei Stadium", infatti, i tifosi partenopei arriveranno in massa e saranno più di quattromila sulle tribune dell'impianto emiliano.

Jorginho lancia la sfida alla Roma.

Per la sfida contro i neroverdi, Maurizio Sarri pare intenzionato a schierare nuovamente i giocatori che hanno battuto l'Udinese nell'ultimo turno. Se in avanti ci sarà spazio ancora per il tridente "leggero", sulla mediana troverà posto ancora una volta Jorginho: tornato titolare dopo qualche panchina di troppo. "Crediamo tantissimo al secondo posto – ha dichiarato l'italo-brasiliano in un'intervista rilasciata a Radio Kiss Kiss –  Sappiamo quello che dobbiamo fare e siamo concentrati per raggiungere un obiettivo che è fondamentale per noi". Nonostante l'orario della partita, che tanto ha fatto discutere e che non piace per niente a Maurizio Sarri, il Napoli andrà a caccia di un'altra vittoria per mettere pressione alla Roma: "Giocare alle 12.30 è particolare e dobbiamo mettere tutto in campo – ha concluso Jorginho – Non sarà una partita semplice. Il Sassuolo sta bene e può mettere in difficoltà chiunque".