Il ritorno di Milik oramai è questione di settimane, o di giorni. A decidere sarà Maurizio Sarri che avrà la possibilità di convocare l'attaccante polacco in accordo con lo staff medico che ne sta dando il nulla osta finale. Per Milik, dunque, calvario finito e programma di recupero rispettato al cento per cento. Per il Napoli una splendida novella che dovrebbe riportare al centro dell'attacco il neo acquisto che, prima dell'infortunio, aveva già fatto dimenticare Higuain. Con il ritorno di Milik, si dovrebbe perfezionare anche l'addio di Manolo Gabbiadini entro la fine di gennaio.

Calvario concluso – Il giorno fatidico sarà domani, quando da Nilla Stuart dovrebbe uscire la tanto attesa fumata bianca:  il professor Mariani ha un appuntamento che i tifosi del Napoli aspettano con ansia, ovvero l'ultimo controllo per Milik, quello decisivo. Se tutto andrà bene l'attaccante potrà tornare ad allenarsi con i compagni e mettersi a disposizione del tecnico. La conferma l'ha data lo stesso professor Mariani a Radio Kiss Kiss Napoli, radio ufficiale del club: " Se domani è tutto ok, torna in gruppo".

Test e forse convocazione – Poi spetterà a Sarri decidere. L'allenatore potrà contare sul giocatore e testarlo in  settimana per poi decidere se convocarlo oppure no per le prossime partite in programma. Il reinserimento dovrà essere graduale ma costante, per permettere a Milik di rientrare in piena forma senza dover rischiare altri traumi. L’attaccante domani sarà sottoposto ad una valutazione funzionale che dovrà fugare tutti i dubbi. Milik avrà un programma preciso, dovrà effettuare una serie di test ortopedici in palestra e sul campo. Qualora i test dovessero dare risposte positive, Milik potrà rientrare nell’area tecnica e diventerà a tutti gli effetti abile e arruolato per scendere in campo di nuovo.

Vota l'articolo:
3.67 su 5.00 basato su 6 voti.
Aggiungi un commento!