Una rete di Muriel nel secondo tempo regala un'altra vittoria nel derby della Lanterna. Dopo il 2-1 dell'andata, la Sampdoria si aggiudica con il minimo sindacale la seconda stracittadina stagionale facendo un ulteriore balzo in classifica. Fischi e mugugni per gli uomini di Mandorlini che erano pur partiti meglio, spegnendosi con il passare dei minuti. Fatale un secondo tempo giocato in affanno costante e senza idee. Dopo il gol partita di Muriel al 22′ della ripresa, il Genoa non riesce mai a creare occasioni importanti, rischiando di subire anche il 2-0 nel finale.

Primo tempo.

Più Genoa che Samp – Parte meglio il Genoa che gioca davanti al pubblico amico la sfida stracittadina con la Sampdoria. Blucerchiati più guardinghi, intenzionata a difendere e attendere per ripartire davanti al Grifone che cerca i tre punti che potrebbe rilanciarlo in classifica. Genoa più veloce e dinamico, ma le occasioni da gol non ci sono nel primo quarto d'ora con Lamanna e Viviano praticamente inoperosi. Fino al 2′ quando il Cholito si trova a tu per tu con il portiere blucerchiato all'altezza del dischetto sprecando tutto anche grazie alla chiusura dell'estremo doriano.

Miracolo Viviano – Il Genoa attacca con maggior convinzione e la Samp si aggrappa a Viviano che salva la propria porta anche su Burdisso e Pinilla qualche istante dopo, con la difesa doriana che prova a rilanciare i propri attaccanti, soprattutto Muriel sfruttandone la velocità. I rossoblù provano anche ad alzare i ritmi dell'incontro grazie alla verve di Hiljemark e di Ntcham mentre la Samp non accenna ad alcuna reale reazione, accontentandosi nel far scaricare la furia del Genoa in un nulla di fatto.

Secondo tempo.

Samp più volitiva – La Sampdoria parte con un altro approccio e subito si porta avanti fino a impensierire Lamanna: prima è Muriel che sfiora la traversa, poi è Quagliarella a cercare la via del gol con il Grifone che subisce l'affondo blucerchiato. Il Genoa paga un primo tempo giocato a ritmi alti, non riesce a riprendere una trama di gioco e di pressing sui portatori di palla avversari e i doriani crescono a vista d'occhio.

Errore Genoa, gol Muriel – Con il Genoa affaticato, arriva il gol della Sampdoria. Al 22′ l'attaccante colombiano approfitta di un errore marchiano della difesa rossoblù e riesce a superare Lamanna: decimo gol per lui, vantaggio della Sampdoria e Genoa in difficoltà di gioco e di idee. Sia Mandorlini che Giampaolo iniziano la girandola delle sostituzioni per provare a cambiare le carte in tavola ma la gara non riprende vita. Il Genoa resta inchiodato  lontano dall'area doriana mentre gli ospiti tornano a gestire e a coprirsi senza soffrire troppo, mantenendo l'1-0 fondamentale per risalire ancora in classifica.

Samp, tre punti d'oro – Anche nel finale non c'è il tanto atteso pressing dei rossoblù con Marassi che mormora e fischia gli uomini di Mandorlini. Che restano delusi dopo l'iniziale illusione di vivere un derby da protagonisti. Dopo il 2-1 dell'andata a favore dei blucerchiati, arriva la seconda sconfitta nella stracittadina con Muriel uomo gol.