Non c'è ancora l'ufficialità ma a confermare che Bacca lascerà il Milan in questa sessione di calciomercato è il suo agente, Sergio Barile. E' proprio il procuratore dell'attaccante colombiano da rilanciare le ultime notizie, dichiarando ormai chiusa l'avventura dell'ex Siviglia in rossonero. Del resto, le trattative di queste ore (Diego Costa è divenuto un nome caldissimo rispetto ad Aubameyang, Belotti, Kalinic) ribadiscono la volontà da parte del club di muoversi verso altre direzioni dopo scelte effettuate con largo anticipo (l'ingaggio del portoghese André Silva).

Bacca dice addio al Milan, vuol tornare a Siviglia.

Dove andrà Bacca? Siviglia (la squadra in cui è esploso e con la quale ha conquistato l'Europa League) è la destinazione preferita, come ammesso dallo stesso agente in un' intervista al giornale ‘Estadio Deportivo': "Non è certo una novità che a Carlos faccia piacere indossare di nuovo la maglia del Siviglia, squadra e ambiente hanno rappresentato una tappa importante della sua carriera. Logico che mediti di tornarvi".

Il colombiano nella lista delle cessioni.

Nell'anno che porta al Mondiale di Russia 2018 la punta dei ‘Cafeteros' non può perdere continuità di gioco e di rendimento, né quella visibilità necessari per renderlo una delle pedine irrinunciabili per la propria nazionale. "Bacca sta bene e vuol fare una grande stagione – ha aggiunto il procuratore -. Chiunque deciderà di prenderlo si assicurerà parecchi gol, è uno dei migliori bomber d'Europa che a Milano ha pagato il cambio di direzione sportiva avvenuto con il passaggio di proprietà. Per questo la cosa migliore è trovare una nuova soluzione che accontenti tutti".

Le cifre per la trattativa Bacca, le richieste dei rossoneri.

Il Marsiglia è una delle squadre che è sembrata più vicina al colombiano ma l'entourage dell'Olympique non è riuscito a trovare l'accordo economico per la cessione del calciatore. Bacca ha un contratto col Milan fino al 2021, un ingaggio di 3.5 milioni a stagione e un valore di mercato (secondo Transfermarkt) calato a 18 milioni in seguito anche una stagione – l'ultima disputata – non molto brillante nonostante i 13 gol segnati nelle 32 presenze accumulate in A. Per i rossoneri può partire ma con una quotazione maggiore che si aggira sui 25/30 milioni di euro.