Reduce da tre mesi d'inattività, Alessio Romagnoli non vede l'ora di poter tornare a disposizione di Vincenzo Montella. Il giovane difensore di Anzio, che manca dal lontano 21 maggio scorso, insieme allo staff medico del Milan ha deciso di continuare nella terapia conservativa ed evitare l'operazione che, in molti, avevano già dato per certa. Dopo aver saltato tutta la fase di preparazione estiva con i compagni, la tournée in Cina e l'impegno del preliminare in Europa League con il Craiova, Romagnoli potrebbe a questo punto tornare ad allenarsi con il gruppo tra qualche settimana e ritrovare il campo per la prima di campionato a Crotone o, al più tardi, per la terza giornata di Serie A: Lazio-Milan, in programma il 10 settembre dopo la sosta per l'impegno della Nazionale a Madrid con la Spagna.

L'attesa dei tifosi per il rientro.

Come riferito dalla "Gazzetta dello Sport", Alessio Romagnoli sta lentamente migliorando e tutto fa presagire che il difensore ex Roma e Sampdoria possa ripresentarsi con la prima squadra a breve. C'è molta attesa e curiosità, tra i tifosi milanisti, per vedere all'opera il giocatore insieme ai due nuovi arrivati Bonucci e Musacchio. L'arrivo dell'ex juventino e dell'argentino, potrebbe inoltre consentire a Vincenzo Montella di passare ad una difesa a tre e sperimentare un modulo più congeniale per i giocatori attualmente in rosa.

Contro il Craiova con l'incognita Suso.

Per la sfida di ritorno contro la formazione romena allenata da Devis Mangia, Montella potrebbe avere a disposizione Suso. L'attaccante spagnolo, indispensabile per il gioco dell'aeroplanino, aveva riscontrato un problema muscolare nel corso dell'ultima giornata dello scorso campionato a Cagliari. In attesa del rinnovo del suo contratto, che dovrebbe arrivare a giorni, Suso potrebbe anche disputare uno spezzone di gara ed essere addirittura in campo dall’inizio.