Milan-Genoa non è certamente stata una partita da poterla inserire tra quelle indimenticabili, anzi. Una gara giocata a ritmi bassi da parte dei liguri, più preoccupati nel cercare di evitare di subire che pensare a costruire. E con i rossoneri timorosi di non riuscire a conquistare la posta in palio anche una volta passati in vantaggio, con l'intento di difendere l'1-0 e sena mai aver la capacità di chiudere il match. Eppure, anche questo Milan-Genoa è già passato alla storia del calcio italiano per aver fatto riscontrare l'infortunio più veloce di sempre: quello di Bertolacci che è uscito da campo dolo solamente dieci secondi di gioco.

Sfortuna nera – E' pur sempre un primato anche se si tratta comunque di un traguardo non proprio invidiabile: Andrea Bertolacci, durante Milan-Genoa, si è infortunato 10 secondi dopo il fischio d'inizio. Ed è stato costretto ad uscire dal campo, sostituito da Locatelli al 3′ finendo direttamente in infermeria ancora con la maglietta pulita e senza mai aver toccato palla. Un problema muscolare alla gamba destra lo ha fermato improvvisamente, mentre a centrocampo cercava di recuperare il suo primo pallone. Bertolacci ha allungato la gamba sinistra, poi è ricaduto sulla destra accusando un problema al quadricipite che lo ha costretto a chiamare l'intervento sanitario. Gioco interrotto per cinque minuti ed infine Vincenzo Montella obbligato a cambiare subito il giocatore per far posto al giovane Locatelli.

Locatelli e il closing – Per l'ex Genoa, un avvio pessimo e sfortunato. Per fortuna di Montella e del Milan, Locatelli è subito entrato in partita ed è stato tra i migliori in assoluto in campo, per una vittoria che rilancia il Milan nelle zone che valgono l'Europa. Un altro passo avanti per la società rossonera che è sempre in attesa di chiudere il tanto decantato closing con la cordata cinese che ha ancora rimandato la stretta finale. A San Siro, in occasione del match si temeva la contestazione della curva che invece ha seguito la partita applaudendo alla fine i propri giocatori.